• Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti ad ARGAV Veneto e ricevere le news per e-mail.

    Unisciti agli altri 138 follower

  • Post più letti

  • Archivio articoli

Perfezionato e firmato l’accordo quadro espropri Pedemontana

Superato l’empasse con la Corte Costituzionale, l’accordo quadro sugli espropri della Pedemontana Veneta è stato firmato ieri a Mestre (VE) nella sede di Veneto Strade dalle tre organizzazioni agricole Coldiretti, Cia e Confagricoltura e dalla Regione Veneto rappresentata dall’assessore alla Mobilità Renato Chisso insieme al Commissario delegato Silvano Vernizzi.

La questione interessa le proprietà lungo l’asse che collega l’A27 Venezia – Belluno tra Conegliano e Treviso con l’A4 dopo Vicenza Ovest, interessando la zona altamente edificata ed industrializzata dell’Alta Pianura Veneta. Il tracciato è lungo 94 Km, di cui 43 in trincea, 36 in rilevato, 14 in galleria e 1 su viadotto. Gli svincoli (caselli), sono 17. In verità si tratta di un aggiornamento del protocollo in quanto l’intesa era già stata raggiunta nel marzo 2010, ma dopo la sentenza dei giudici costituzionali che avevano dichiarato l’illegittimità del valore agricolo medio (VAM) quale criterio per determinare l’indennità è stato necessario perfezionare il testo.

Nuovi parametri per rimborsare in modo equo gli espropri. In assenza di provvedimenti legislativi nazionali che indicassero le vie procedurali corrette, grazie al lavoro di concertazione tra i soggetti coinvolti e l’Avvocatura dello Stato, in poco tempo si è giunti allo studio di nuovi parametri che saranno in grado di riconoscere in modo equo gli imprenditori coinvolti nella sottrazione di terreno e aziende lungo l’arteria autostradale veneta friulana. Gli espropri interessano 7,8 milioni di metri quadrati (3,6 in provincia di Treviso e 4,2 in provincia di Vicenza). Le ditte coinvolte sono 2.843 (1.377 a Treviso e 1.466 a Vicenza) mentre i comuni  attraversati sono in totale 36 (14 a Treviso e 22 a Vicenza). “Un esempio di lavoro concertativo – conclude Coldiretti – che ha prodotto la prima e unica soluzione del genere in Italia. Mettiamo a disposizione delle altre regioni questo tipo di approccio risolutivo frutto della collaborazione tra amministrazione pubblica e parti sociali nell’interesse dell’intera collettività”.

(fonte Coldiretti Veneto)

Venerdì 11 novembre 2011, si tiene a Venezia nella sede di Unione Veneta Bonifiche il prossimo direttivo ARGAV

Particolarmente signficativa, visto quanto sta succedendo in Italia in fatto di emergenza idrogeologica, l’ospitalità offerta dall’Unione Veneta Bonifiche per il prossimo direttivo ARGAV Veneto e Trentino Alto Adige, che si terrà a Venezia  venerdì 11 novembre prossimo alle ore 18.30. L’organizzazione che riunisce i 21 consorzi di bonifica della regione ha sede in via Cannaregio 122, tel. 041.716533, ed è presieduta da Giuseppe Romano.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 138 follower