• Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti ad ARGAV Veneto e ricevere le news per e-mail.

    Unisciti agli altri 138 follower

  • Post più letti

  • Archivio articoli

Infortuni in agricoltura, nelle campagne veronesi la maggior riduzione degli incidenti sul lavoro

E’ nelle campagne veronesi che si è verificata nel 2011 la maggiore riduzione degli infortuni sul lavoro con un unico caso mortale. Nel 2010 gli incidenti erano stati 6 e 9 nel 2009.  E’ quanto emerge dalla quinta riunione del Tavolo per la salute e la sicurezza in agricoltura presieduto dal prefetto di Verona, a cui hanno partecipato anche rappresentanti della Coldiretti di Verona.

In Italia, calo di incidenti del 2,6%. “La riduzione degli infortuni sul lavoro nei campi è continua – sottolinea Damiano Berzacola, presidente di Coldiretti Verona – e anche nel 2011 si è registrata una riduzione importante rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La situazione veronese è in linea con quella nazionale che ha registrato sempre lo scorso anno un – 2,6% rispetto al 2010”.  “Proprio per i dati positivi emersi – prosegue Berzacola – c’è ancora lavoro da fare ed e’ necessario continuare con decisione sulla strada intrapresa con interventi per la semplificazione, la trasparenza, l’innovazione tecnologica e la formazione, che sappiano accompagnare le imprese nello sforzo di prevenzione in atto, anche grazie all’ottimo rapporto con lo Spisal provinciale e all’effettiva collaborazione reciproca”.

Dai controlli in 247 aziende agricole è emerso durante l’incontro in Prefettura un generale miglioramento delle condizioni di sicurezza delle aziende ispezionate. Negli accertamenti si è riservata particolare attenzione alla sicurezza dei mezzi agricoli perchè in passato il loro ribaltamento è stato causa di  gravi infortuni. La maggior parte dei trattori controllati sono risultati adeguatamente protetti. “Il trend registrato conferma il prezioso lavoro di ammodernamento delle imprese agricole fatto in questi anni – precisa Pietro Piccioni, direttore di Coldiretti Verona – per rendere il lavoro in agricoltura tecnologicamente più avanzato, ma anche più sicuro come dimostra il progressivo e costante calo degli infortuni rispetto ad altri settori. Un risultato che è frutto dell’impegno degli imprenditori e dei lavoratori per lo sviluppo di un’agricoltura al servizio della sicurezza, della salute, dell’ambiente e dell’alimentazione, che vuole conciliare gli interessi delle imprese, degli occupati e dei consumatori.

L’accordo tra le istituzioni. Lo scorso settembre Ministero del Lavoro, Coldiretti, organizzazioni sindacali e dei datori di lavoro agricolo hanno sottoscritto un avviso comune sulla semplificazione delle procedure in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro.  L’accordo riguarda la sorveglianza sanitaria, la formazione e l’informazione dei lavoratori agricoli stagionali, attività che potranno essere svolte una volta sola anche attraverso la bilateralità territoriale, avranno validità due anni e saranno applicabili a tutte le imprese. “L’intesa raggiunta –conclude Berzacola – rappresenta un esempio di come, senza abbassare le tutele, si possa rendere applicabile la normativa sulla sicurezza anche al settore agricolo che è caratterizzato da rapporti di breve durata”.

(Fonte: Coldiretti Verona)
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 138 follower