• Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti ad ARGAV Veneto e ricevere le news per e-mail.

    Unisciti agli altri 137 follower

  • Post più letti

  • Archivio articoli

Dal 3 al 6 novembre 2011 a Veronafiere c’è “Fieracavalli”, dal 1898, fiera di razza

In soli quattro giorni 2.770 esemplari delle oltre 60 razze afferenti a libri genealogici, sono in mostra nell’unica manifestazione europea in grado di dar spazio e voce al mondo degli allevatori, presenti in fiera con tutte le sigle associative italiane e quelle più importanti a livello europeo. Dal 3 al 6 novembre p.v. a Verona si potrà anche trovare tutto quello che serve per il cavallo e per andare a cavallo: dai prodotti zootecnici e veterinari alle attrezzature per l’equitazione fino all’abbigliamento per il cavaliere.

Sono oltre 35 le associazioni allevatoriali che si trovano ogni anno a Verona e che per questa edizione hanno unito le forze allo scopo di valorizzare il cavallo di razza e l’indotto che ne deriva. Unica in Europa a dare spazio e voce al mondo degli allevatori, quest’anno vuole ricordare quanto il settore equestre sia importante per il territorio nazionale, legando ad esso l’aspetto culturale e sociale a cui è intrinsecamente connesso. La manifestazione, costruita in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, il Ministero della Salute, l’ASSI (ex Unire-Unione nazionale per l’incremento delle razze equine), l’AIA (Associazione Italiana Allevatori), la FEI (Federazione Europea Sport Equestri) e la FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), così da rispondere alle diverse richieste degli operatori del settore e dei visitatori, negli ultimi anni ha registrato una crescita senza precedenti, confermata anche per l’edizione 2011: su una superficie complessiva di 350mila metri quadrati, vale a dire l’intero quartiere di Veronafiere, ospita, 700 espositori da 25 Paesi, e attende più di 150 mila visitatori, dei quali il 10 per cento da tutto il mondo.

Il Salone del Cavallo Italiano. L’associazionismo italiano si ritrova sotto il nome dell’AIA (Associazione Italiana Allevatori) a cui è dedicato l’intero padiglione 9. Con oltre 400 cavalli e più di 20 associazioni afferenti alle singole razze, il Salone del Cavallo Italiano testimonia il patrimonio socioculturale delle nostre regioni presentando le biodiversità animali del nostro Paese e i servizi ed i prodotti che si fregiano del logo Italialleva, il marchio della piattaforma Aia riservato alle produzioni zootecniche “100% Made in Italy”. Degustazioni, dimostrazioni e prodotti tipici italiani che popoleranno il Salone del Cavallo Italiano e il Villaggio delle Tradizioni, animati da più di 800 esemplari equini della nostra penisola.

Altro importante protagonista della manifestazione è il cavallo arabo che in qualche modo riporta su piccola scala il ruolo che questo esemplare ricopre sul territorio nazionale ed internazionale. A Fieracavalli ritroviamo più di 150 esemplari che per storia e caratteristiche morfologiche sono al centro di importanti compravendite internazionali. Raggiungendo valori che possono superare anche i 300.000 euro, il cavallo arabo porta ogni anno a Verona i protagonisti del mondo allevatoriale internazionale del settore. Gli sceicchi arabi considerano la manifestazione veronese una delle tappe irrinunciabili per il loro giro di affari: il Campionato Europeo di Morfologia, in programma quest’anno a Fieracavalli, sarà l’occasione per acquistare i migliori esemplari di razza araba che possono anche raggiungere cifre da capogiro come il 1.400.000 euro pagato lo scorso anno per l’acquisto di un esemplare.

Cavalli americani e criolli. 850 (+25% rispetto al 2010) è la quota di cavalli americani e criolli che popoleranno i padiglioni 10 e 11 animando competizioni sportive, gare morfologiche e dimostrazioni di abilità. Le principali associazioni italiane ed estere – come NBHA AICH e ETPA – di cutting, team penning, di cavallo americano, appaloosa e criollo si danno appuntamento al Westernshow, raccogliendo l’appello di Fieracavalli e mostrando ad appassionati, tecnici e curiosi il mondo e la cultura americana attraverso i suoi cavalli. In Italia il mondo western è in netta crescita così come il comparto allevatoriale del cavallo americano, lo dimostra il grande spazio che ogni anno la manifestazione veronese dedica a questo settore.

L’Alta Escuela e il meglio della pura razza spagnola si presenta a Verona con più di 150 esemplari riuniti nel Salone del Cavallo Spagnolo. Dimostrazioni di Alta Scuola, Doma Minorchina e Doma Vachera si alterneranno a gare di morfologia per rappresentare il meglio del mondo degli allevamenti PRE sul territorio nazionale con alcune prestigiose presenze di esemplari provenienti dalla penisola iberica.

Le gare. Dai saloni di razza ad ogni angolo della manifestazione i cavalli popolano tutti gli aspetti di Fieracavalli, fino ai momenti di puro agonismo con il salto ostacoli di Jumping Verona, la Coppa delle Regioni e il Gran Premio, unica tappa italiana della Rolex FEI World Cup™, dove oltre 150 cavalli da salto ostacoli gareggiano in binomi di fama mondiale per sfidarsi sul filo dei secondi.

(fonte Fieracavalli)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 137 follower