• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Gruppo Pedon, esempio veneto di eccellenza dell’agroalimentare nel mondo

da sx, Francesca, Mattia, Remo, Franco, Loris, Sergio, e Paolo Pedon

(di Nadia Donato, socio ARGAV) Il segreto del loro successo è legato ad una parola: Famiglia. I fratelli Franco, Sergio e Remo, rispettivamente presidente, direttore vendite Italia e direttore generale del Gruppo Pedon di Molvena (VI), da ben 28 anni guidano una delle più importanti aziende europee che si occupano della produzione, lavorazione e distribuzione all’ingrosso di legumi e cereali secchi. Insieme ai tre fratelli, fondatori del gruppo che ha le proprie radici nella feconda terra veneta, da alcuni anni sono entrati in azienda anche i figli Loris, Paolo e Mattia. Lo scorso 9 novembre, i soci ARGAV hanno avuto la bella occasione di visitare gli stabilimenti del gruppo, nonché di conoscere la famiglia Pedon.

La segretaria Mirka Cameran Schweiger ed i consiglieri Nadia Donato ed Emanuele Cenghiaro consegnano la penna ricordo ARGAV alla famiglia Pedon

Fatturato e organico in continua crescita. Tutto nasce nel 1984, a Molvena, ridente cittadina ai piedi delle Prealpi vicentine, quando i fratelli Pedon hanno l’intuizione di confezionare i loro prodotti e commercializzarli nella grande distribuzione. Il fatturato dagli 8 milioni di euro inizia a crescere in maniera esponenziale, sino ad arrivare agli attuali 60 milioni, con un trend di crescita che porterà il gruppo a superare i 70 milioni di euro nel 2013. E così pure la forza occupazionale passata da 28 unità alle attuali 600. Aumento dei ricavi significa incremento dei posti di lavoro: negli ultimi 18 mesi sono state assunte 34 persone ed altre arriveranno nel 2013. In una realtà italiana in cui molte aziende sono oggi costrette a licenziare il proprio personale, la Pedon di Molvena rappresenta una vera eccellenza. Due sono le divisioni Pedon, la retail che si occupa della distribuzione ed una dedicata alla produzione e vendita dei prodotti agricoli. Il tutto si traduce nel controllo totale della filiera.

foto Gruppo Pedon

Dal campo al banco della spesa.  Il Gruppo Pedon è presente in 25 paesi del mondo. Tra i più importanti, oltre all’Italia, Cina, Etiopia e Argentina, con stabilimenti propri e joint ventures in Canada, Messico e Stati Uniti. I grandi investimenti in tecnologia che il gruppo ha fatto in questi ultimi anni garantiscono elevate qualità e tracciabilità di ogni prodotto. Ma cos’è Pedon per il consumatore? Oltre a garanzia di qualità e genuinità del prodotto, un’offerta di 2500 articoli, dai legumi ai cereali secchi, ai preparati per dolci, ai funghi e ai prodotti alimentari senza glutine.

Remo Pedon con i bambini scuola etiope

L’impegno etico del Gruppo Pedon in Etiopia. “Lei è un uomo coraggioso di visione e strategia”. Così si è pronunciato il magnate americano, Bill Gates, nei confronti dell’industriale italiano Remo Pedon, in occasione di un recente loro incontro in Etiopia.  Da oltre sette anni, infatti, il Gruppo Pedon è presente in Africa attraverso la divisione ACOS (Agricoltural Commodity Supplies) specializzata nella lavorazione di legumi ed  è collegato ad un programma di solidarietà avviato dalla CRS (Catholic Relief Services) sostenuto anche dalla Bill and Melinda Gates Foundation. Tutto è nato nel 2005, quando è nato il progetto CRS per la produzione e commercializzazione del fagiolo bianco, detto tondino. Il gruppo italiano ha creato la logistica e le infrastrutture per organizzare la filiera, dando lavoro a centinaia di famiglie etiopi. Oggi è presente una scuola gratuita con mensa, scuolabus e  12 insegnanti, a cui sono iscritti 250 bambini dai 3 ai 13 anni, figli dei dipendenti. “Cerchiamo di dare un futuro migliore a questa gente. E non c’è nulla che ripaghi di più di un sorriso di un bambino felice”, afferma con soddisfazione il coraggioso vicentino Remo Pedon.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: