“Da Padova a valle Millecampi” il titolo della guida al territorio pubblicata dal socio ARGAV Emanuele Cenghiaro. Presentazione ufficiale sabato 18 ottobre a Piove di Sacco (Pd).

Layout 1Si intitola “Da Padova a valle Millecampi” la guida al territorio tra Padova e la laguna padovana pubblicata dal socio e consigliere ARGAV Emanuele Cenghiaro. La presentazione ufficiale avrà luogo sabato 18 ottobre, nell’ambito di Saccisica in Mostra, alle ore 20 in piazzale Bachelet a Piove di Sacco (Pd).

Presentazione ufficiale. Si tratta della seconda guida della collana Tracciati padovani dell’editore Tracciati, che si occupa del territorio compreso tra il Portello di Padova e la valle lagunare di Millecampi, passando per Piove di Sacco e la Saccisica. A presentare la guida vi saranno: il curatore e editore, Emanuele Cenghiaro, l’assessore alla Cultura del Comune di Piove di Sacco, Paola Ranzato, oltre ai rappresentanti dei Comuni il cui territorio è toccato dalla guida.

La guida. Dopo la fortunata “Padova al di là delle mura” che si occupava dei quartieri della periferia di Padova, la guida “Da Padova a valle Millecampi” è dedicata a un’area del territorio padovano ancora poco conosciuta turisticamente: quella a est del capoluogo, attraversata dalla strada verso il mare Adriatico (la “Piovese”), compresa tra i due fiumi che un tempo erano le vere autostrade per i traffici commerciali e gli spostamenti: il Brenta e il Bacchiglione.La guida tratta, con dovizia di particolari, il territorio di tredici comuni, ma prende avvio proprio dall’area di Padova, le porte Contarine, il Portello e il Piovego, da cui negli ultimi secoli partiva la navigazione fluviale dalla città verso la laguna. Se l’approdo è valle Millecampi, lembo di laguna in territorio padovano, il centro è senza dubbio Piove di Sacco, cittadina millenaria turisticamente ancora tutta da scoprire. E poi Noventa Padovana, Vigonovo, Saonara, Ponte San Nicolò, Legnaro, Polverara, Brugine, Sant’Angelo di Piove di Sacco, Campolongo Maggiore, Piove di Sacco, Arzergrande, Pontelongo
e Codevigo. In tutto, si tratta di undici comuni del padovano e due del veneziano (che però hanno il loro centro principale a sud dell’argine del Brenta odierno, la Cunetta), 40 chiese parrocchiali, innumerevoli ville, opere d’arte, ma anche beni ambientali e molto altro che, secondo l’autore, Emanuele Cenghiaro, aiutato da una schiera di collaboratori locali e da alcune associazioni, valorizza il territorio.

Invito a conoscere meglio il territorio in cui si vive. Scrive il curatore nella prefazione: “Riscoprire il patrimonio culturale, storico e artistico di questo lembo di territorio perché chi vi abita possa con consapevolezza, e la necessaria passione, disegnare il futuro proprio e di chi verrà dopo, è il motivo da cui nasce questa guida. Che si rivolge per primi a chi, questi territori, li vive: un invito a volgere gli occhi attorno e a soffermarsi su scorci pittoreschi e monumenti come un profondo tentativo di respirare, assieme al salso e allo iodio del mare vicino, anche l’odore dolce e acre della storia, senza la quale nulla sarebbe così come oggi è”. La guida si compone di 180 pagine e oltre 500 immagini, tra cui 15 cartine. Si può trovare nelle principali librerie e cartolibrerie della zona interessata. Il suo costo è 14,00 euro. In occasione dell’uscita del volume saranno organizzate presentazioni e iniziativa quali visite guidate: il programma aggiornato si può consultare nel sito internet, dove vi è anche un’apposita pagina dedicata ad aggiornamenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: