Sedano rapa, Verona il centro italiano di produzione più importante

2-rapa-venetoIl sedano rapa va: non fa grandi numeri per ora, ma sicuramente mantiene il passo, registra un crescendo di interesse e la produzione è tendenzialmente in aumento. E’ questa la sua stagione: lo si sta raccogliendo con soddisfazione di chi lo coltiva. E’ un ortaggio da radice che ha una lunga tradizione, radicata in particolare nel Veneto e in generale nel Settentrione.

E’ indicativo che sia chiamato anche sedano di Verona, dove se ne coltiva una qualità particolarmente pregiata. Verona ne sarebbe la patria. Il grosso della produzione si trova in Olanda e in Germania, dove, diversamente rispetto a noi, è un ortaggio molto popolare e molto utilizzato. Dai due paesi nord europei ne arriva molto di quello che viaggia nella distribuzione italiana. La semina avviene in primavera; in autunno la raccolta. Per tradizione in Italia è stato consumato, finora, quasi esclusivamente nel Nord; alcuni anni però è richiesto nel centro Italia e nel Sud, impiegato in particolare dalla ristorazione di élite che vi ricava piatti originali e di valore. Lo si consuma prevalentemente fresco, ma è ottimo anche cotto, spesso in combinazione con altri prodotti. Sono tante le ricette messe a punto da cuochi di prestigio. “E’ un ortaggio che da anni si mantiene su buone posizioni, commenta Sergio Tronchin, di OPO Veneto, che ne tratta una quantità notevole, in rapporto alla produzione che è stata stimata in Italia attorno ai 115 mila quintali. C’è un risveglio di interesse e quindi di richieste. Il sedano rapa è un sostanzioso prodotto di nicchia, che si presenta con notevoli potenzialità sia per i coltivatori che per i consumatori”.

Un gusto inconfondibile. Il nome ufficiale dell’ortaggio è “Apium graveolens,varietà rapaceum) e si differenzia nettamente dal sedano da costa (Apium graveolens,varietà dulce), più conosciuto e consumato, del quale si mangiano i piccioli fogliari, mentre del primo si usa esclusivamente la radice tonda, globosa e nodosa che può arrivare anche al chilo di peso. Ma è bene fermarsi a “palle” di 6 o 7 etti, una dimensione ritenuta ideale ai fini della qualità, del sapore, della freschezza e della delicatezza. Il sedano rapa ha un inconfondibile gusto aromatico, che  lo distingue dagli altri ortaggi. Dettaglio molto valido per la cucina del nostro tempo e per i comportamenti salutistici che si stanno imponendo: ha un basso valore calorico, 23 calorie su 100 grammi. Nella medicina popolare e nella erboristeria è tenuto in alta considerazione come diuretico, come disinfettante e come rimedio per tanti malanni.

Fonte: http://www.ortoveneto.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: