• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Utilizzo materie prime per biodigestori, confermato limite del 30 per cento

biodigestori“Il limite massimo di utilizzo delle materie prime a scopi alimentari per produrre energia elettrica mediante biodigestori è stato fissato al 30 per cento. La decisione è stata confermata durante l’incontro della Commissione Politiche Agricole e della Commissione Ambiente, riunitesi lo scorso 24 novembre a Roma in sede congiunta per dibattere sull’argomento”. A darne notizia è l’assessore regionale all’agricoltura Franco Manzato che conferma quanto “la Regione Veneto abbia assistito questo processo, dal 2009 ad oggi, al fine di sventare il pericolo che le nostre aziende agricole invece di impiegare la terra per produrre cibo, lo trasformassero in produzioni di materiale per biodigestori”.

Sottoscrizione a breve dai ministeri di riferimento. l Decreto interministeriale “Criteri e norme tecniche generali per la disciplina dell’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e l’utilizzazione agronomica del digestato”, che abrogherà il precedente provvedimento del 2006, verrà sottoscritto a breve dai ministeri di riferimento, ossia Agricoltura, Ambiente, Attività produttive, Trasporti, Salute. “Inoltre – ha spiegato Manzato – è stato toccato il tema della revisione dei criteri delle zone vulnerabili tramite l’impegno della Commissione a valutare nuovi parametri. Continuo a ribadire che valutare la questione dell’inquinamento da azoto delle falde significa fare un’analisi nel suo complesso, mediante monitoraggi e rilevazioni scientifiche che misurino il reale impatto prodotto da tutte le fonti coinvolte, non solamente dal comparto agricolo”.

Fonte: Regione Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: