• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Tutto sul compostaggio domestico alla Fiera di Vita in Campagna

Fiera Vita in Campagna 2015Italia fanalino di coda per il compostaggio domestico rispetto ad altri Paesi europei ma la sensibilità va crescendo, a partire dal Nord. Lo afferma Maurizio Ferrandina, docente della Scuola agraria del Parco di Monza, che da anni organizza incontri di formazione e offre consulenza ai Comuni, e sabato 28 marzo, alle 14, terrà un incontro gratuito su come ottenere e utilizzare compost alla Fiera di Vita in Campagna (Centro Fiera del Garda a Montichiari, sala 2, al Centro Congressi al 2° piano, sopra il Padiglione 5).

Processo fermentativo, tutti i parametri. “In alcuni Paesi europei questa pratica ecologica è obbligatoria per i proprietari di case con terreni – spiega Maurizio Ferrandina. In Italia, fatti salvi alcuni territori di eccellenza come l’ Astigiano e alcune aree della Sardegna, siamo ancora agli esordi ma crescono le richieste di informazioni e l’interesse”. Un appuntamento nato sull’onda del successo registrato nelle scorse edizioni alla Fiera di Vita in Campagna, in cui l’esperto approfondirà tecniche operative per trasformare i rifiuti di cucina e dei propri spazi verdi in concime organico utile per orto e fiori. Particolare risalto verrà dato a tutti i parametri che concorrono a un adeguato processo fermentativo (aria, acqua, temperatura, esposizione solare, ecc.) e che troppo spesso, invece, vengono poco o per nulla considerati nella comune pratica.

Come utilizzare correttamente il prodotto finito: il compost. “Fare compostaggio domestico significa sfruttare, in modo pratico ed efficiente tramite una compostiera, l’azione naturale di insetti, batteri e funghi che trasformano la sostanza organica in composti chimici più stabili e offre numerosi vantaggi – spiega Maurizio Ferrandina. Non solo, infatti, permette di produrre meno rifiuti da smaltire e, pertanto, è una ottima scelta etica, ma consente di ottenere concime di prima qualità per i propri ortaggi o piante”. Per prenotare un posto all’incontro, basta registrarsi su: http://www.vitaincampagna.it/lafiera/convegni

Fonte: Edizione L’Informatore Agrario

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: