• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Informazione agricola, per Coldiretti una possibilità residuale, più che scelta strategica

Il presidente Fabrizio Stelluto, il Direttivo e i soci ARGAV esprimono grande sconcerto per la decisione di Coldiretti Rovigo di non avvalersi più da gennaio 2016 della collaborazione professionale di Beatrice Tessarin, giornalista e nostro vice presidente vicario, che con l’organizzazione professionale agricola polesana aveva un contratto di collaborazione per l’attività di Ufficio Stampa.

La comunicazione le è stata data l’antivigilia di Natale 2015, senza che niente lasciasse intravvedere una simile decisione, dopo otto anni in cui la collega Tessarin ha contribuito con il suo lavoro a dare a Coldiretti Rovigo una grande visibilità mediatica.

Coldiretti Rovigo ha motivato la decisione come una scelta di contenimento dei costi. Ancora una volta, dispiace quindi constatare che, fra i primi a pagare per scelte indipendenti dalla loro volontà, siano gli operatori della comunicazione, a testimonianza di come questa sia ancora vissuta non come una scelta strategica, bensì come una possibilità residuale. E’ un’opzione legittima, purché si sia consci che la professionalità acquisita in anni di lavoro (senza contare l’impegno personale) non è valore facilmente sostituibile, come invece sembra pensare Coldiretti Rovigo. Che pare abbia delegato la comunicazione locale a personale interno che non ha titolo per svolgere attività giornalistica.

ARGAV esprime profonda solidarietà a Beatrice, collega che stimiamo per l’impegno e la professionalità dimostrata nella sua attività giornalistica e associativa, che ha sofferto e sta soffrendo molto per una scelta che le riserva grandi incognite per il suo futuro lavorativo. Una scelta, quella compiuta da Coldiretti Rovigo, che ci sconcerta particolarmente visto che l’Organizzazione opera in una provincia dove l’agricoltura è settore economico e sociale trainante, e che assume una valenza pesante per il già ridotto scenario dell’informazione agricola veneta per migliorare il quale ci stiamo impegnando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: