• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Negoziati UE/Mercosur, altra grana all’orizzonte?

Carne griglia Festa Agricoltura MiranoI negoziati di libero scambio che l’UE sta trattando con i Paesi dell’America Latina stanno creando forti preoccupazioni in seno all’Organizzazione agricola europea Copa-Cogeca, che ha chiesto ai 28 Ministri agricoli UE di rifiutare qualsiasi offerta della Commissione europea che includa i prodotti agricoli sensibili nel contesto dei negoziati Mercosur.

A soffrirne soprattutto il comparto carne. Qualsiasi tipo di accordo avrebbe un impatto grave sul settore agricolo europeo, in particolare della carne bovina. Al riguardo, il segretario generale di Copa-Cogeca, Pekka Pesonen, ha ricordato che “gli agricoltori europei stanno affrontando una crisi senza precedenti e sono schiacciati dai bassi prezzi di mercato e dagli elevati costi dei fattori di produzione. Il commercio agroalimentare dell’UE si sta espandendo ma gli agricoltori europei non ne stanno beneficiando. Il Mercosur è già un grande esportatore di prodotti agricoli verso l’UE con l’86% delle nostre importazioni di carni bovine e il 70% delle importazioni di carni di pollame provenienti proprio da quei Paesi. Il Mercosur, quindi, non necessita di contingenti aggiuntivi esenti da dazi per aumentare il suo commercio verso l’UE anche perché le quantità di carne bovina europea esportate in America Latina è minima. Inoltre, queste importazioni non rispettano le severe norme europee in materia di protezione dell’ambiente e di qualità ed esistono ancora preoccupazioni in merito agli aspetti di sicurezza della produzione di carni latinoamericane, come la tracciabilità”.

Possibili perdite per 7 miliardi di euro. Copa-Cogeca considera, dunque, del tutto inaccettabile che la Commissione europea preveda di includere prodotti sensibili come la carne bovina, considerato tra l’altro che nell’offerta del Mercosur non ci sono stati grandi miglioramenti. Va anche detto che l’Esecutivo aveva promesso ai Ministri agricoli UE uno studio d’impatto prima di fare un’offerta, ma così non è stato. L’ultimo studio effettuato dal Centro comune di ricerca europeo rivela che il settore agricolo UE si ritroverebbe ad affrontare ingenti perdite a causa di un accordo di libero scambio UE/Mercosur per oltre 7 miliardi di euro. Pesonen ha anche aggiunto di avere “seri dubbi sul fatto che il Mercosur sia disposto ad aprire realmente i suoi mercati visto che sta ancora utilizzando dazi all’esportazione ingiustificati o strumenti di difesa commerciale. Il Mercosur, inoltre, non è un mercato unico e ciò limiterebbe fortemente il potenziale di esportazione agricola dell’UE poiché dovremmo esportare in ogni singolo mercato e rispettare norme commerciali e di commercializzazione diverse. Guidati dalla Francia, 13 Ministri UE hanno già chiesto alla Commissione di ritirare l’offerta.

Fonte: Europe Direct Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: