• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Previsioni meteo nel Veneto, sinergia tra Regione, ARPAV e imprese turistiche per un’informazione corretta e certificata. Ed il 28-29 maggio 2016, porte aperte ai visitatori al Centro Meteo di Teolo (PD).

700-2016 - assessore all'ambiente a sx e assessore al turismo a dx

Gli assessori regionali all’Ambiente e al Turismo presentano il nuovo servizio meteo del Veneto

Cambia il servizio di previsioni meteo nel Veneto, grazie alla collaborazione tra Regione, ARPAV (Agenzia per la prevenzione e protezione ambientale), associazioni di categoria e i consorzi di imprese del turismo. Che d’ora in avanti diffonderanno, in forza di un protocollo d’intesa, informazioni sul tempo – e non solo – attendibili, certificate e predisposte sulla base di dati tecnici e di rigorosi criteri di scientificità, seppur in una materia che sconta inesorabilmente i limiti della predicibilità.

Cosa cambia. L’iniziativa, concretizzatasi dopo mesi di lavoro, è sancita da una deliberazione della Giunta regionale del 17 maggio scorso, in base alla quale si dà vita a un sistema integrato di previsioni meteorologiche, allergeniche e della qualità delle acque di balneazione curate da ARPAV e diffuse anche attraverso gli strumenti informativi propri delle strutture ricettive e delle aziende che compongono l’organizzazione turistica veneta. In sintesi, le novità sono: predisposizione di tre aggiornamenti quotidiani (alle ore 9, 13 e 16, sette giorni su sette, tutto l’anno) dei  bollettini dell’ARPAV per il turismo Veneto: Meteo Spiagge, Dolomiti Meteo, Meteo Garda; servizi disponibili anche in inglese, tedesco e francese; previsioni effettuate su 18 aree meteoclimatiche omogenee; la costa veneta è stata suddivisa in tre aree (settentrionale, centrale ed orientale) per valutare in modo circostanziato le condizioni locali; presenza nel portale del turismo veneto (www.veneto.eu) di informazioni anche sulla qualità delle acque di balneazione e sui pollini; possibilità per le aziende turistiche di fruire di tutte le informazioni meteo o di parte di esse, in base alla zona e alle domande della clientela, ottenendole automaticamente da ARPAV on line, costruendo un’informazione meteorologica specifica per le proprie applicazioni.

Ai turisti, previsioni più precise. “Vogliamo dire stop alla disinformazione che ha danneggiato le imprese turistiche e che ha anche fuorviato gli ospiti e i visitatori delle nostre località – ha detto l’assessore regionale al turismo – e lo facciamo valorizzando e potenziando il servizio di ARPAV, di un’agenzia che rappresenta un’eccellenza e una risorsa per il Veneto e per i veneti. Questi nuovi servizi informativi consentiranno di programmare meglio e in piena sicurezza le vacanze e saranno utili anche agli escursionisti, veneti e non, che grazie agli aggiornamenti più frequenti e alle previsioni più circostanziate, riusciranno a pianificare adeguatamente le proprie uscite”.

Un servizio meteo certificato. “Ben poche agenzie regionali dispongono di un servizio meteorologico efficiente e dotato come quello del Veneto – ha ribadito l’assessore regionale all’ambiente – che, pur rinnovandosi costantemente dal punto di vista tecnologico, può far leva sulla lunga esperienza acquisita e sulla professionalità dei suoi operatori. L’ARPAV, svolgendo un’attività rispondente agli standard dell’organizzazione meteorologica mondiale, assicura dei servizi certificati, rispondenti a quella logica di terzietà che, in un ambito come quello delle previsioni, è indispensabile”.

28-29 maggio, porte aperte all’Arpav. Il  direttore del servizio meteo dell’ARPAV, Marco Monai, ha sottolineato l’importanza e la correttezza di specificare sempre il grado di attendibilità delle previsioni, precisando che l’agenzia veneta si limita ai quattro giorni successivi a quello di elaborazione, in quanto quelle a lungo termine hanno un elevato margine di errore. Chi desiderasse visitare il Centro di Teolo dell’ARPAV, sono ancora disponibili posti nei turni 9.00-11.00 e 11.15-13.15 di sabato 28 maggio e nel turno 9.00-11.00 di domenica 29 maggio; basta compilare e inviare la seguente scheda http://www.arpa.veneto.it/servizi-ambientali/comunicazione/porte-aperte-allarpav-2016.

Fonte: Servizio Stampa Regione Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: