• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Energie rinnovabili, occorre accelerare il passo

Fonti Rinnovabili 101L’obiettivo dell’Unione Europea sulle energie rinnovabili, ovvero raggiungere il 20% del consumo totale entro il 2020, è già stato raggiunto da molti Stati Membri, altri invece sono in ritardo e devono fare di più. Lo chiedono gli europarlamentari in una risoluzione votata nei giorni scorsi.

Tempi. In una seconda risoluzione, approvata nella medesima seduta, si sottolinea inoltre che per raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica – risparmio del 20% entro il 2020 – gli Stati Membri devono attuare in pieno la legislazione comunitaria e in tempi più rapidi. Nella risoluzione si precisa che utilizzare tutti i meccanismi di finanziamento esistenti in modo efficace è fondamentale per raggiungere tali obiettivi e si ribadisce la richiesta dell’Europarlamento di introdurre obiettivi vincolanti capaci di garantire che le energie rinnovabili rappresentino almeno il 30% del consumo totale di energia entro il 2030. D’altra parte, l’obiettivo generale di efficienza del 20% è a rischio se gli Stati Membri non procedono alla piena attuazione dell’attuale legislazione UE.

Un accordo migliore per i consumatori. I deputati europei hanno sottolineato che l’autogenerazione e l’autoconsumo sono “diritti fondamentali” e che la prossima revisione della Direttiva sulle energie rinnovabili dovrebbe prevedere misure per promuovere e incoraggiare gli investimenti in questi settori. Un mercato più integrato è essenziale per lo sviluppo delle energie rinnovabili e la riduzione dei costi energetici. Il Parlamento ha dunque invitato l’UE a investire maggiormente in programmi di informazione e di sostegno negli Stati Membri, che potrebbero aiutare ad aumentare la partecipazione agli attuali regimi obbligatori di efficienza energetica locali, nonché promuovere nuovi progressi tecnici in settori quali raffreddamento, illuminazione e isolamento. Il ruolo dei consumatori, infatti, è decisivo per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica, ad esempio attraverso la ristrutturazione degli edifici, il teleriscaldamento e i sistemi di raffreddamento; la ristrutturazione ad alta efficienza energetica degli edifici dovrebbe essere una priorità, in modo da aiutare i residenti colpiti da povertà energetica. La risoluzione sull’efficienza energetica è stata approvata con 253 voti a favore, 193 contrari e 4 astensioni. La risoluzione sulle energie rinnovabili è stata approvata con 444 voti a 103, e 23 astensioni. A queste raccomandazioni seguiranno ora le proposte legislative sull’Unione energetica da parte della Commissione europea.

Fonte: Europe Direct Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: