• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Impariamo a riconoscere l’olio extravergine di oliva e il pane, incontro con test di degustazione a Monselice (PD) il 7 ottobre 2016

pane e olio nuovo(di Maurizio Drago) Sappiamo davvero cosa mangiamo? Come ci si può difendere dalle truffe alimentari? Siamo sempre sicuri di sapere riconoscere un alimento di qualità? Una buona alimentazione è la base per uno stile di vita sano ma ogni anno in Italia rischiamo di mettere in tavola prodotti contraffatti, scadenti e pericolosi che possono danneggiare salute e portafogli.

Frodi alimentari. Nonostante la nostra eccellente tradizione agroalimentare, con oltre 800 prodotti a denominazione di origine e a indicazione geografica riconosciuti dall’Unione Europea, il nostro è anche uno dei paesi che conta un numero sempre crescente di frodi alimentari. Solo nel 2015 in Italia, secondo il report dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari, sono state ben 77.000 le tonnellate di prodotti sequestrati, per un valore economico che ha sfiorato i 70 milioni di euro.

Per guidare i consumatori ad una scelta consapevole dei prodotti alimentari e tutelare la salute, evitando trappole e raggiri, le Associazioni dei Consumatori Asso Consum, Federconsumatori e Adoc hanno organizzato, in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, 50 giornate di formazione e informazione in tutta Italia. Un impegno nato nell’ambito del progetto ministeriale Care Sharing, che punta a fornire strumenti sull’acquisto dei prodotti, sulla loro conservazione e sul riconoscimento di qualità, freschezza e provenienza.

Il primo dei due incontri organizzati nella Regione VenetoImpariamo a riconoscere l’olio di oliva e il pane” si terrà il prossimo 7 ottobre alle 20.30 a Monselice (PD) nella sala della Loggetta. Un evento patrocinato dal Comune al quale prenderanno parte: Elena Capone, segretario provinciale Asso Consum, Sandro Zancanella, esperto di prodotti agricoli e presidente del Mercato Stabile per la vendita diretta degli agricoltori  Agrimons, Bruno Mori, presidente regionale Eurocoltivatori Veneto, Gabriella Zanin, esperta di economia e gestione delle imprese. Un incontro, questo, che offrirà anche una “bussola” per orientarsi nel complesso mondo della sofisticazione alimentare, delle qualità nutritive e nutrizionali dei cibi e delle possibili truffe che si nascondono anche dietro alla più ingenua etichetta.

Test. Nella serata Sandro Zancanella presenterà dei  test: insegnerà a riconoscere, attraverso un percorso di degustazione, vari tipi di olio di oliva e di pane per “smascherare” i prodotti meno nobili e apprezzare le qualità dei più raffinati. Un allenamento per imparare a riconoscere attraverso il gusto le eccellenze di questi di due straordinari pilastri della dieta mediterranea. Maggio info: AssoConsum 3287312862 e-mail stampa_assocosum@yahoo.com

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: