• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

5-6 gennaio, per l’Epifania, le campagne del Nordest si illuminano dei fuochi della tradizione. I principali appuntamenti in Veneto.

I falò di inizio anno sono una tradizione popolare del Nordest e consiste nel bruciare delle grandi cataste di legno e frasche nei primi giorni di gennaio, solitamente la vigilia dell’Epifania. Data la sua larga diffusione, ne esistono moltissime versioni e denominazioni: in Friuli è detto pignarûl (plurale pignarûi), in Venezia Giulia seima, in Veneto panevìn o panaìn (da pan e vin “pane e vino”, il povero cibo che si consumava durante l’evento), pìroła-pàroła, vècia (“vecchia”: le pire possono assumere la forma di un fantoccio), fogherada, bubarata, nel basso Friuli e nel Veneto Orientale foghèra o casèra.

Le origini. Sembra che questa usanza risalga a riti pre-cristiani: i Celti infatti accendevano dei fuochi per ingraziarsi la divinità relativa e bruciavano un fantoccio rappresentante il passato. Rimasta intatta come rituale da svolgersi nella vigilia dell’Epifania, ancor oggi la fiamma simboleggia la speranza e la forza di bruciare il vecchio (non a caso si può bruciare la “vecchia” posta sopra la pira di legna) e la direzione delle scintille viene letta come presagio per il futuro. Mentre il falò ardeva, i contadini in cerchio gridavano e cantavano varie formule augurali. Il rito dei fuochi è anche un momento in cui la comunità si raccoglie per stare in compagnia. Viene accompagnato dalla degustazione di vin brulè e di pinza, focaccia tipica di questa festa.

I pronostici. Una delle principali tradizioni legate al Panevin è quella di osservare in che direzione va il fumo; in base a questa, i contadini predicevano se il raccolto dell’annata sarebbe stato buono o cattivo e oggi la predizione viene estesa agli eventi personali. Questo momento è detto dei “pronosteghi” e funziona, all’incirca, secondo quanto recita un detto popolare come il seguente, anche se ne esistono molti altri: “falive a matina, tol su el saco e va a farina” (cioè se la direzione presa dal fumo e dalle faville è il nord o l’est, prendi il sacco e vai ad elemosinare); “se le falive le va a sera, de polenta pien caliera” (se la direzione è ovest o sud, il raccolto sarà buono…quindi la pentola sarà piena di polenta); “se le falive le va a garbin tol su el caro e va al mulin” (se la direzione è del libeccio per l’abbondanza devi andare a prendere la farina con il carro).

I falò in Veneto. Consigliando sempre di verificare orari e programmi con gli organizzatori, questi sono i principali appuntamenti in Veneto con i falò della Befana. Belluno: Brusa la vecia” a Auronzo di Cadore (6 gennaio) “Corsa della Befana” a Pedavena (6 gennaio). Padova: Il Grande Falò in Prato della Valle” a Padova (6 gennaio) Feste della Befana in tutta la provincia il 6 gennaio Treviso: le feste dedicate ai Panevin si svolgono tutte la sera del 5 gennaio. Tra le più folcloristiche segnaliamo quelle di Arcade, Cison di Valmarino, Farra di Soligo, Follina, Pieve di Soligo, San Pietro di Feletto, Sernaglia della Battaglia,Susegana, Villorba, Borgo Malanotte a Tezze. Venezia: Regata della befana” a Venezia (6 gennaio) “Storico Panevin sul Sile” a Quarto d’Altino (5 gennaio) “Panevin” a Jesolo (5 gennaio) “La Foghera” a Bibione (5 gennaio) Verona: “Festa della Befana” a Malcesine (6 gennaio) “La Viola” a Valeggio sul Mincio (6 gennaio) Vicenza: Fiaccolata della Befana” a Treschè Conca (5 gennaio) “Brusa la vecia” a Vicenza (6 gennaio) “Città della Befana” a Bassano del Grappa (6 gennaio) “Rogo della Stria” a Recoaro Terme (6 gennaio) Rovigo: La Befana vien di notte” a Adria (6 gennaio)

Fonte: Wikipedia, Regione Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: