• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Pfas, danno irreparabile per l’economia agricola dell’area vicentina? Il presidente Argav Fabrizio Stelluto solleva la questione a pochi giorni dal simposio internazionale organizzato a Venezia dalla Regione Veneto

Fabrizio Stelluto presidente ARGAV“Ho l’impressione che sfugga la gravità della vicenda Pfas: a prescindere dalle responsabilità, non ci saranno mai abbastanza soldi per riparare un danno ambientale  che si protrarrà nel tempo, perché è stata inquinata una delle falde più grandi d’Europa, forse la più grande d’Italia. Continuando a prescindere dalle eventuali conseguenze sulla salute dei cittadini, esistono due evidenti problemi: alla potabilità umana dell’acqua si sopperisce con i filtri a carbone, per altro molto costosi, ma agli animali cosa si darà da bere, essendosi finora abbeverati con acqua prelevata da pozzi probabilmente ormai inquinati? Idem per l’irrigazione di frutta e verdura. Anche volendo dotare l’area di impianti irrigui consortili, l’acqua dove dovrebbe essere prelevata? E con quali costi? Il timore è che sia suonato il de profundis per l’economia agricola dell’area vicentina di Almisano e dintorni. Ai soggetti decisori chiedo: ne sono coscienti ed esiste un piano B per quegli incolpevoli territori o speriamo che gli organismi sanitari elevino i limiti di tolleranza, come sempre “all’italiana”? Tante e tutte scottanti le questioni sollevate dal presidente Argav Fabrizio Stelluto a pochi giorni dal seminario internazionale “Progettare lo studio epidemiologico sulla popolazione del Veneto esposta a Pfas”, organizzato dalla Regione Veneto a Venezia (22-23 febbraio 2017).

pfasimmagineIl confronto internazionale. Il simposio si terrà nell’Aula San Domenico dell’Ospedale Civile SS Giovanni e Paolo con l’obiettivo di fornire le basi scientifiche allo studio epidemiologico collaborativo Istituto Superiore di Sanità (ISS)–Regione Veneto sulla popolazione esposta a Pfas – oltre 80 mila abitanti residenti in 23 Comuni delle Province di Vicenza, Verona e Padova – e di discutere le questioni attinenti il disegno dello studio. Durante l’incontro saranno messe a confronto le esperienze internazionali attualmente conosciute su questo tema, i risultati sinora raggiunti dagli studi effettuati, e si parlerà di quali ulteriori azioni, oltre a quelle già attuate, si possono immaginare per affrontare gli aspetti sanitari del problema. Al seminario parteciperanno esperti e scienziati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dell’Istituto Superiore di Sanità italiano, del Sistema “Public Health” britannico, dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, del Registro Tumori del Veneto, di varie Università italiane e straniere.

Programma 22 febbraio. Ore 9.00 saluto delle autorità, ore 9.30 apertura dei lavori, Domenico Mantoan – Regione Veneto, direttore generale Area Sanità e Sociale, Eugenia Dogliotti – Istituto Superiore di Sanità, direttore del Dipartimento Ambiente e Salute. Sessione mattutina, “Dati scientifici disponibili”, mderatori Massimo Rugge – Univeristà di Padova e Christof Hamelman – WHO European Office for Investment for Health and  Development, Venice. Ore 10.00 The C8 Study: PFOA exposure, aims, methods and findings Tony Fletcher – Public Health England. Ore 10.45 IARC Evaluation of PFOA carcinogenicity Kurt Straif – Director, International Agency for Research on Cancer (IARC) Monographs Programme, IARC, Lyon. Ore 11.50 Coffee break e Conferenza stampa. Ore 12.10 Prime indicazioni emerse dal Progetto Europeo COST Action “Industrially contaminated sites and health Network, Ivano Iavarone – Istituto Superiore di Sanità. Ore 12.30 Studi epidemiologici nei siti industriali contaminati: obiettivi e esempi di possibili opzioni,  Roberto Pasetto – Istituto Superiore di Sanità. Ore 12.50 Discussione. Sessione pomeridiana “Stima dell’esposizione e valutazione del rischio”, moderatori Eugenia Dogliotti – Istituto Superiore di Sanità, direttore del Dipartimento  Ambiente e Salute  e Umberto Agrimi – Istituto Superiore di Sanità, direttore del Dipartimento Sicurezza alimentare, nutrizione e sanità pubblica veterinaria. Ore 14.00 Piano di sorveglianza sulla popolazione esposta e misure di mitigazione del rischio, Francesca Russo – Regione Veneto. Ore 14.20 L’esposizione a PFAS attraverso il consumo di acqua potabile, Luca Lucentini – Istituto Superiore di Sanità. Ore 14.40 L’esposizione ambientale a PFAS in relazione alle acque superficiali e sotterrane, Mario Carere – Istituto Superiore di Sanità. Ore 15.00 L’esposizione a PFAS attraverso la catena alimentare, Antonella Semeraro – Istituto Superiore di Sanità. Ore 15.20 Prospettive per l’impiego dei sistemi informativi geografici in ambito epidemiologico, Marco De Santis – Istituto Superiore di Sanità. Ore 15.40 Discussione. Ore 16.20 PFAS: cinetica e tossicità, Emanuela Testai – Istituto Superiore di Sanità. Ore 16.40 Cancerogenicità del PFAS in animali da laboratorio: rilevanza per la valutazione dei rischi per l’uomo, Riccardo Crebelli – Istituto Superiore di Sanità. Ore 17.00 Studio di biomonitoraggio umano, Elena De Felip,  Anna Maria Ingelido – Istituto Superiore di Sanità. Ore 17.30 EFSA’s assessments on PFAS , Karen Mackay – European Food Safety Authority, Tanja Schwerdtle – University of Potsdam. Ore 18.00 Discussione.

Programma 23 febbraio. Sessione mattutina “Design options for Pfas exposed population study in Veneto region”, moderatori Marco Martuzzi – WHO European Centre for Environment and Health, Bonn, Pietro Comba – Istituto Superiore di Sanità. Ore 9.00 Rationale for selecting cancer sites as outcomes, Kurt Straif – Director, International Agency for Research on Cancer (IARC), Monographs Programme, IARC, Lyon. Ore 9.45 Rationale for selecting non–cancer outcomes Tony Fletcher – Public Health England. Ore 10.30 Discussione. Ore 11.10 National Mortality and Hospitalization data bases available at Istituto Superiore di Sanità, Susanna Conti – Istituto Superiore di Sanità. Ore 11.30 Cancer incidence in Veneto: experiences of Veneto Region Cancer Registry, Massimo Rugge – Università di Padova. Ore 11.50 The Regional Epidemiological Service: monitoring mortality, prevalence and incidence of chronic diseases, Maria Chiara Corti –  Regione Veneto. Ore 12.10 Surveillance program of exposed population, Francesca Russo – Regione Veneto. Ore 12.30 Health information systems as support to surveillance of exposed population, Nadia Raccanello – Regione Veneto. Ore 12.50 First evaluation of maternal and neonatal outcomes associated with PFAS contamination, Paola Facchin – Regione Veneto. Ore 13.10 Occupational cohort study of Miteni factory workers, Enzo Merler – Regione Veneto. Ore 13.30 Discussione. Sessione pomeridiana “Towards implementation of the study”, moderatori Francesca Russo – Regione Veneto, Dipartimento di Prevenzione, Eugenia Dogliotti – Istituto Superiore di Sanità, direttore del Dipartimento Ambiente e Salute. Ore 14.30 Summing up of Workshop and illustration of a tentative protocol, Pietro Comba, Ivano Iavarone e Roberto Pasetto – Istituto Superiore di Sanità. Ore 15.00 Discussione. Ore 15.30 Conclusioni, Pietro Comba – Istituto Superiore di Sanità, Massimo Rugge – Università di Padova. Ore 16.00 Fine dei lavori.

Fonte seminario internazionale: servizio stampa Regione Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: