• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Il Delta del Po negli anni Cinquanta protagonista della mostra fotografica “Pietro Donzelli. Terra senz’ombra” in corso fino al 2 luglio 2017 a Rovigo

Si tiene fino al 2 luglio 2017 a Rovigo, al Palazzo Roverella, una mostra fotografica che riunisce oltre 100 scatti di Pietro Donzelli: stampe vintage e moderne che raccontano con l’intensità del bianco e nero il Delta del Po negli anni Cinquanta.

L’autore. Pietro Donzelli, milanese di nascita, arriva per la prima volta nel Polesine nel ’45 e se ne innamora subito. Ci torna alcuni anni dopo per realizzare la serie di fotografie intitolate “Terra senz’ombra”, capolavoro della fotografia neorealista e documento prezioso della storia del territorio. Fotografa il Po di Levante, il Po di Volano, Adria, Goro, Rosolina, Mesola, Scardovari, l’Isola di Ariano. Ambienti meravigliosi e drammatici, abitati da gente che vive tra terra e acqua, costretta a misurarsi con una natura spesso ostile, di cui egli restituisce un ritratto di grande dignità. “Terra senz’ombra”, racconta la curatrice Roberta Valtorta, “racchiude in sé la piattezza del paesaggio, il silenzio e la fatica, il senso della vita nell’ampiezza della pianura assolata. Ma c’è anche qualcos’altro nel titolo, cioè il racconto che sarà senz’ombra, schietto e vero”. La mostra è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo in collaborazione con il Comune di Rovigo e l’Accademia dei Concordi.

Chi dovesse visitare la mostra, ha l’opportunità di vedere gratuitamente con il biglietto della mostra di Donzelli la Pinoteca dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile di Rovigo, situata all’interno di Palazzo Roverella. Vi sono esposte le tele di celeberrimi pittori che hanno segnato la storia dell’arte. Tra i principali: Giovanni Bellini, Tiziano Vecellio, Dosso Dossi, Jacopo Tintoretto, Palma il Giovane, Giambattista Piazzetta e Giambattista Tiepolo. Inoltre, di fronte a Palazzo Roverella, si trova Palazzo Roncale, costruito tra il 1550 e il 1562 per volontà di Giovanni Roncale, in cui sono esposte alcune opere del Novecento “recente” della collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo: dal Gruppo N con Alberto Biasi e Manfredo Massironi, a Enrico Castellani, da Concetto Pozzati a Bruno Munari (ingresso gratuito).

Fonte: Servizio Stampa Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: