• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Inquinamento dell’aria, a Vicenza si fa “massa critica” per incentivare l’uso della bici a beneficio di ambiente e salute, ed ogni ultimo venerdì del mese si pedala tutti insieme

(di Alessandro Bedin, socio giornalista Argav) Il Corriere del Veneto dello scorso 10 giugno 2017 ha dato notizia – definendolo “un accordo storico” -, dell’alleanza siglata tra regioni “padane” e Ministero dell’Ambiente per interventi mirati, programmati e finanziati per ridurre l’inquinamento dell’aria nella Pianura Padana, una delle zone piiù inquinate del mondo.

Il problema dello smog da PM10 nelle regioni del Nord Italia riguarda 23 milioni di abitanti, ovvero il 40% degli italiani, ed è un problema che comporta costi di vite umane (nel 2000 l’OMS denunciava 3.500 morti all’anno in Italia per l’inquinamento dell’aria mentre, da uno studio del Ministero della Sanità del giugno 2015, cioè 15 anni dopo, tale mortalità è stata stimata in circa 30.000 unità all’anno) e costi sanitari enormi. E’ un problema accentuato da un fenomeno meteorologico denominato “inversione termica”, che d’inverno fa stazionare l’aria, con relativi inquinanti, in una fascia di 70-100 metri da terra.

Un finanziamento sostanzioso. Ci sono arrivate anche le Regioni, finalmente, e ora speriamo che ci arrivino anche i Comuni, visto che il piano finanziato è di 2 milioni di euro da parte di ogni regione coinvolta e di 16 milioni di euro da parte del Ministero. Un finanziamento che andrà a coprire interventi strutturali, come la realizzazione di piste ciclabili, e incentivi per il cambio di auto oramai obsolete.

mobilità dolce per trasportare la posta (foto Alessandro Bedin)

Basterebbe un’App. Sarebbe auspicabile, però, che una parte delle somme messe a disposizione fossero impiegate anche per incentivare i percorsi casa-lavoro (bike to work), come già attuato in Europa (Francia, Belgio…), ma anche come già stanno facendo alcuni comuni italiani, ad esempio Massarosa (LU) e Conegliano Veneto (TV). E’ meno complicato di quanto potrebbe sembrare: con una semplice App il cittadino può documentare all’amministrazione comunale i chilometri percorsi e il tragitto casa-lavoro effettuato in bicicletta, ricevendone un benefit economico. Con tale leva, potremmo vedere da un giorno all’altro le nostre strade trasformarsi in strutture viarie affollate di biciclette e cargo bike, come già succede nel resto d’Europa.

per le strade di Copenhagen, in Danimarca (foto Alessandro Bedin)

Ogni fine mese, a Vicenza si pedala tutti insieme. In attesa di una evoluzione civile ed intelligente, a Vicenza, un gruppo di convinti assertori della bicicletta ha lanciato l’invito a tutti i cittadini vicentini che hanno a cuore la loro salute e quella dei loro cari a fare massa critica con una pedalata ogni ultimo venerdì del mese con ritrovo alle 19,00 nel piazzale della stazione di Vicenza. Perché, ricordiamolo, ogni bicicletta in più sulla strada è un’auto in meno, ovvero meno inquinamento, meno pericolo per gli altri ciclisti, meno spese sanitarie, meno spese di carburante, meno spazio occupato nei parcheggi, ecc.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: