• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Benessere degli animali, in Europa norme in materia tra le più avanzate al mondo, ma sono sempre rispettate? La Corte dei conti lo verificherà, tra i Paesi monitorati anche l’Italia.

Per la prima volta, la Corte dei conti europea verificherà se la Commissione europea e gli Stati membri hanno contribuito efficacemente al conseguimento degli obiettivi dell’UE in materia di benessere degli animali. Gli auditor visiteranno cinque Stati membri: Romania, Polonia, Francia, Italia e Germania. La pubblicazione della relazione di audit è prevista per la fine del 2018.

L’audit riguarderà unicamente gli animali da allevamento, a cui si riferisce la maggior parte della normativa dell’UE. Si stima che nell’UE vi siano 4,5miliardi di polli, galline ovaiole e tacchini e circa 330milioni di mucche, maiali, capre e pecore. L’audit prenderà in esame sia la vita degli animali negli allevamenti, sia il loro trasporto e macellazione.

Norme europee tra le più avanzate al mondo. Per il periodo 2014‑2020, i fondi di sviluppo rurale dell’UE hanno assegnato ai “pagamenti per il benessere degli animali” circa 1,5miliardi di euro. Le misure mirano a promuovere livelli di benessere più alti, che vanno al di là degli obblighi minimi previsti sia a livello nazionale che dell’UE. “I cittadini dell’UE si interessano sempre più al benessere degli animali e le norme europee in questo campo sono tra le più avanzate al mondo. L’audit della Corte offrirà l’opportunità di verificare se queste norme sono applicate nella pratica”, ha affermato Janusz Wojciechowski, il membro della Corte dei conti europea responsabile dell’audit.

Fonte: Servizio stampa Corte dei conti europea

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: