• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

  • Annunci

Spesa alimentare degli italiani, il 10 per cento è riservata ai prodotti a Denominazione

Gli Uffici studi di Confagricoltura Veneto e Cgia di Mestre (Ve) hanno monitorato le tendenze dei consumatori in vista delle feste natalizie, che vedranno in gran parte tavole imbandite con i prodotti a denominazione. Se dell’hi-tech si può fare a meno, infatti, non potrà esserci festa senza i prodotti della nostra tradizione e dell’alta qualità che oggi le aziende agricole e le filiere agroalimentari sono in grado di fornire per la disponibilità di tutte le tasche degli italiani.

Al top in Europa. Dagli ultimi dati aggiornati all’11 dicembre scorso, l’Italia si pone al top nell’Ue con 294 prodotti di qualità registrati (Dop, Igp, Stg), c che incidono per oltre il 21 per cento del totale dei “prodotti di qualità registrati” in Europa. In termini assoluti, seguono con 245 prodotti registrati la Francia, con 195 la Spagna, con 138 il Portogallo e con 105 la Grecia.

Veneto secondo sul podio italiano. A livello territoriale, sul gradino più alto del podio del food di qualità presente in Italia si pone l’Emilia Romagna con 43 prodotti (18 Dop e 25 Igp), segue il Veneto con 36 prodotti (18 Dop e 18 Igp), la Lombardia con 34 (20 Dop e 14 Igp), la Toscana con 31 (16 Dop e 15 Igp) e la Sicilia con 30 (17 Dop e 13 Igp). Tra il food di qualità prodotto dalle nostre imprese agricole l’ortofrutta, i cereali, i formaggi e gli oli-grassi rappresentano oltre il 70% del totale. Gli ortofrutticoli, con 110 prodotti, costituiscono il 37,4% del totale, i 53 formaggi incidono il 18%, gli oli e grassi il 15,6% e le carni il 13%.

Il 10 per cento della spesa alimentare degli italiani è riservato ai prodotti a denominazione. Secondo gli ultimi dati resi disponibili da Ismea e Fondazione Qualivita, gli Uffici studi di Confagricoltura Veneto e Cgia hanno constatato che il valore economico dei prodotti agroalimentari italiani ammonta a circa 6,3 miliardi di euro; mentre il valore al consumo di questi prodotti è di circa 13,3 miliardi di euro, pari al 10% della spesa complessiva destinata dalle famiglie italiane ai generi alimentari. Nei mercati internazionali, invece, il volume d’affari conseguito con l’export del food italiano Dop e Igp ha superato i 3 miliardi di euro.

Fonte: Servizio Stampa Confagricoltura Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: