• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Listeria in mais e verdura surgelati: focolai tra il 2015 e il 2018 in Austria, Regno Unito e Nord Europa, prodotti ora ritirati dal mercato. In Italia, ogni giorno effettuati 2800 controlli al giorno, quasi uno ogni 30 secondi.

Mais e altri vegetali surgelati sono le fonti di alcune infezioni da Listeria monocytogenes che hanno colpito negli ultimi anni l’Austria, il Regno Unito, la Danimarca, la Finlandia e la Svezia, con 47 casi e 9 decessi confermati tra il primo episodio nel 2015 e l’8 giugno 2018.

Ceppi individuati in vegetali surgelati prodotti in Ungheria, ora ritirati tutti dal mercato. Gli esperti hanno utilizzato la tecnica del whole genome sequencing per individuare l’origine alimentare delle infezioni, che inizialmente si riteneva limitata al solo mais surgelato prodotto da un’azienda ungherese. In seguito invece gli stessi ceppi di Listeria monocytogenes sono stati individuate anche in altri vegetali surgelati prodotti dalla stessa azienda tra il 2016 e il 2018. Questo fa ipotizzare che i ceppi siano sopravvissuti nel centro produttivo nonostante le procedure di pulizia e disinfezione condotte per rimediare al problema. Il 29 giugno 2018 l’Ufficio per la sicurezza della catena alimentare ungherese ha vietato la vendita e ordinato il ritiro dal mercato di tutti i vegetali surgelati prodotti dall’azienda tra l’agosto 2016 e il giugno 2018.

Adeguata cottura. Con questa misura si riduce significativamente il rischio di ulteriori infezioni umane. Per ridurre ulteriormente il rischio è consigliabile consumare verdura surgelata solo dopo un’adeguata cottura, in particolar modo per soggetti a rischio come donne in gravidanza, neonati e anziani con sistemi immunitari indeboliti.

In Italia, ogni anno effettuati più di 1 milione di controlli. Gli alimenti che ogni giorno finiscono sulle nostre tavole sono sottoposti a numerosi controlli che servono a garantire la sicurezza di quello che mangiamo. Il funzionamento del sistema dei controlli sugli alimenti è ben illustrato in questo breve video della nuova serie 100 secondi realizzata dal Laboratorio comunicazione della scienza dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie.

 

Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: