• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

La cultura del fosso/5. Un racconto nel dialetto della Bassa Padovana.

Ecco il quinto racconto legato a “La Cultura de Fosso“, progetto educativo 2019-2020 delle “Comunità Solidali e Sostenibili” realizzato dall’associazione Wigwam, con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Regione del Veneto, la collaborazione di 9 comuni e la partecipazione di una ventina di associazioni. Il racconto, scritto in veneto da Orazio Bernardini, si intitola “Scao e schia, viajo par fossi da i arzarini a brusaure“.

Da puteo, partivo da i Arzarini, frassion de Brusene nea provincia de Padoa e caminando drio el fosso dea strada che n’dava verso ea ceseta de i Arzarini par ‘ndare a catare me nono Nadae.

Passavo davanti ea botega de Vidae (osteria e generi alimentari della Famiglia Vidale n.d.r.), pa che i tempi na roba grande, anca se solo de venti metri quadri. Prima de rivare a ea ceseta dei Arzarini, giravo a sinistra dove ghe stava i Toni Calo (Famiglia Ancona n.d.r.). Passavo el ponte del Scao (Scolo Altipiano n.d.r.), on fosso grande che ghe coreva tacà na stradina longa che no ea finiva mai, rivavo in fondo dove ghe stava ea Nea (Famiglia … n.d.r.).

Qua catavo on troso e girandoghe torno rivavo ai campi del nono Nadae Piseo (Natale Picello n.d.r.). Ghe jera na caresà longa co, parte pa parte dei ragi de vegne. In fondo catavo on ponteseo de piere, fato a volta, che me portava in corte dea casa Granda co’ i porteghi dove i meteva i cari pieni de fen. Casa granda. Cusina granda. Gran fogoearo co’ el caliero sempre pronto par far ea poenta. Me nono Nadae gheva on gran orto che confinava co ea Schia (Scolo Schilla n.d.r.). Anca questo on fosso grando. Ma pi picolo del Scao. E da rente ghe jera el loamaro e dee gran piante de nogara e parfin na vegna de ua moscata.
Me nono Nadae gaveva tanti fioi, diese vivi e tre morti picinini, che in tuti i saria sta ben tredese.

Me ricordo ben me zia Maria Piseo che, rivà a i tenpi nostri ea ga vissuo pi de 90 ani. So mario Joanin “Frapiero”, me zio, eo ciamavo roccia, parchè grande e forte. I gaveva on fioeo che se ciama Efrem e che desso dirissimo che’l sia vivace ma aeora se diseva che el fosse “discolo”. E me ricordo, ma podaria sbaliare vista ea me età, che a diese ani, par indrissarlo i lo ga mandà in coejo a Possagno. Cossi el xe “vegnù ben”.

Staltro me cùgin, che me ricordo, el se ciama Redento, fiolo de me barba Anselmo Piseo e dea Rina de i Toni Calo e questo el xe deventà on gran intenditor de vin. Mi so deventà vecio, vago verso i 80, ma so’ contento. Speta, speta, me desmentegavo: el di’ del Santo Nadae me nono, che el se ciamava Nadae parchè proprio in ch’el dì el jera nato, el me dava ea mancia disendome “daghei a to mama (Elena Picello n.d.r.) che ea te toga i noni”, cussì jera ciamà na specie de pantofoe, on gran lusso pa chei tenpi! Tenpi che ‘ndavo scuoea: prima, seconda e tersa tuti insieme. In te na camara de na casa. Da Vido ai Arzarini. Ogni puteo, da casa, se portava na soca pa metarla in te la stua par scaldarse.

E par gabineto… el fosso fora dea porta! Ragassi. Forsa e corajo. Ea andarà tuto ben. Ma bisogna canbiare registro, a incominsiare da inquinare de manco.

Chi desiderasse leggere i racconti precedenti, ecco i link: racconto 1 ,  racconto 2 racconto 3, racconto 4

 

Una Risposta

  1. […] La cultura del fosso/5. Un racconto nel dialetto della Bassa Padovana. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: