• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

I Colli Euganei a Vinitaly 2022, tra degustazioni e pubblicazioni sulla biodiversità

uva colli euganei

Anche sui Colli Euganei, in provincia di Padova, i produttori del territorio, capitanati dal Consorzio Vini Euganei. si preparano a sbarcare alla 54^ edizione di Vinitaly, in programma dal 10 al 13 aprile a Veronafiere. Oltre alla collettiva ospitata presso lo stand del Consorzio, che conta circa venti aziende tra coespositori e aziende a bancone, ci sono poi molte altre realtà euganee presenti in fiera, chi con proprio stand, chi ospite di altre aggregazioni per un totale di quasi 40 aziende.

Degustazioni guidate. “La partecipazione in presenza al salone internazionale del vino e dei distillati è un’opportunità che i Colli Euganei non vogliono perdere – commenta il presidente del Consorzio Marco Calaon – Dopo il blocco agli eventi imposto dall’emergenza sanitaria, ora i vignaioli e i brand tornano in campo per raccontare una storia fatta di cura, tempo e territorio, ma anche per fare business approfittando della presenza di ospiti e buyers internazionali alla fiera”. Per dare voce alle peculiarità di un territorio vocato alla viticoltura, sono in programma due degustazioni guidate da Francesco Saverio Russo, blogger e comunicatore del vino, ospitate nello stand del Consorzio (PAD 5, STAND E7). La prima – lunedì 11 aprile alle 11 – è dedicata ai bianchi e rivela “L’armonica aromaticità del Moscato Secco nei Colli Euganei come espressione contemporanea di territorio“; la seconda – martedì 12 aprile alle 15 – gioca di rosso e invita a scoprire “Il Merlot come traduttore d’eccellenza delle macroaree dei Colli Euganei“. (I posti sono limitati – info e prenotazioni whatsapp 345.7064681).

Oltre alle degustazioni, un appuntamento di tenore accademico completa il programma; lunedì pomeriggio è prevista la presentazione della pubblicazione a firma della neonata Associazione Graspo: “Biodiversità viticola, vitigni del passato per i vini del futuro”, un compendio sulle vecchie varietà presenti nel Veneto con un focus nel padovano. L’associazione ha raccolto e selezionato una notevole quantità di tipologie di uva, patrimonio originario e originale dei territori Veneti, con profili organolettici preziosi nell’ottica del contrastare le conseguenze del riscaldamento climatico in viticoltura. “Sui Colli Euganei la viticoltura ha contribuito a plasmare il territorio, integrandosi con boschi e prati nativi, questa riscoperta delle vecchie varietà, da parte sia della ricerca scientifica che da parte delle aziende, è di nuovo il segnale che la rotta euganea viaggia decisa sul binario della sostenibilità” conclude Calaon.

Fonte: Consorzio Vini Euganei

27 ottobre – 11 novembre 2018, a Luvigliano di Torreglia (Pd) la Mostra dei Vini dei Colli Euganei sposa le specialità delle Tavole Tauriliane

Nuove sinergie per la 49a Mostra dei Vini di Luvigliano di Torreglia (Pd), che si tiene a partire dal pomeriggio di oggi, sabato 27 ottobre, sino all’11 novembre 2018 nelle sale di Villa Pollini, abbinata alla Selezione del Consorzio di Tutela Vini Doc Colli Euganei, che da 25 anni accompagna la storica manifestazione organizzata dall’Associazione San Martino di Luvigliano, con il patrocinio dell’amministrazione comunale.

A dar man forte, ci saranno infatti anche i ristoratori dell’associazione delle Tavole Tauriliane. “Per tutta la durata della manifestazione, in ogni ristorante delle Tavole Taurilane i commensali troveranno il piatto ideato da ogni ristoratore proposto in abbinamento ad uno dei dodici rossi Doc, cabernet Doc e Merlot Doc saliti sul podio dei vincitori e selezionati dagli esperti nominati dal Consorzio”, piega Nicola Lionello presidente dell’associazione.

Oltre 200 etichette in degustazione. A Villa Pollini, sede della Mostra, oltre ai vini vincitori del Concorso abbinati ai piatti delle Tavole Tauriliane, sarà possibile degustare anche le etichette proposte dalle aziende vitivinicole dei Colli Euganei, territorio vulcanico. Ulteriori dettagli si possono trovare visitando le pagine web e facebook del Consorzio di Tutela, delle Tavole Tauriliane e del comune di Torreglia ma, per semplicità e nello spirito dell’uno per tutti e tutti per uno, che ha dato vita a questa iniziativa, si può visitare quello dell’associazione San Martino www.luvigliano.it

Fonte: Servizio stampa Mostra dei vini di Luvigliano

6-7 maggio 2017, al Castello di Lispida, nei colli Euganei (PD), allestito il più grande banco d’assaggio di vini da suolo vulcanico

Minerali, sapidi, longevi, i vini vulcanici si danno appuntamento il 6 e 7 maggio alla seconda edizione di Vulcanei 2017, al  Castello di Lispida, Monticelli di Monselice (PD). Una due giorni che propone più di 50 produttori per oltre 200 vini, un viaggio attraverso l’Italia dei vulcani, dalla Sicilia al Veneto, per andare poi oltre confine a scoprire i vini della Stiria e della Slovenia, ospiti d’eccezione di quest’anno.

Esiste un fil rouge che unisce i vini nati su suoli vulcanici. Vitigni diversi, differenti latitudini ma caratteristiche comuni che si declinano in mineralità, sapidità e longevità, un mix che ha fatto dei volcanic wines un punto di riferimento per gli appassionati di tutti i continenti. Con l’Italia che, come spesso accade nel settore enologico, conferma un ruolo di leadership grazie a una biodiversità che non conosce eguali e che spazia da nord a sud, da Bianchi in grado di evolvere negli anni a Rossi che uniscono struttura e freschezza. Un fenomeno, quello delle colture su suoli vulcanici, che riguarda 124 milioni di ettari nel mondo (4 volte l’estensione dell’Italia) e che offre prodotti dalle caratteristiche uniche.  Di questo e altro si parlerà nel corso di Vulcanei, tappa 2017 di Volcanic Wines, ospitata al Castello di Lispida, uno dei luoghi simbolo del vino italiano, furono proprio i Conti Corinaldi, in questa splendida tenuta, a dare i natali ai primi bordolesi italiani, piantando viti di merlot e cabernet destinate alla produzione di vino.

La manifestazione è organizzata dal Consorzio Vini Colli Euganei, in collaborazione con l’associazione Volcanic Wines, la Strada del Vino Colli Euganei e il Consorzio Terme Euganee.

Fonte: Servizio Stampa Consorzio Vini Colli Euganei

Dal cioccolato l’energia per iniziare una seconda vita, una storia al femminile in provincia di Padova

silvana-solagna-theocacao

Silvana Solagna

(di Marina Meneguzzi) Volere è potere. A dimostrarlo, ancora una volta, è la storia di Silvana Solagna, che dopo la perdita del lavoro, in tempi non facili per nessuno, certo, ha saputo reinventarsi la vita, scegliendo come nuova professione ciò che la appassionava di più da qualche anno a questa parte, il cioccolato, folgorata come è stata dalle fave di cacao durante un viaggio nell’isola di Guadalupa.

vanessa-trevisan

Vanessa Trevisan

Operatrice del neo Bio Distretto dei colli Euganei. I soci Argav hanno conosciuto la sua storia  lo scorso 18 novembre, grazie a Vanessa Trevisan, sindaca di Vo’ che, accogliendoci nelle sale del MuVi, ha voluto presentarci un esempio di operatore economico del neo Bio Distretto dei colli Euganei, costituito nella sede del Consorzio vini, e sottoscritto da 31 soggetti tra comuni, aziende vitivinicole, olivicole e ortofrutticole, associazioni di tutela e promozione del territorio, unitamente ad altri soggetti pubblici e privati che operano nei Colli Euganei. L’associazione, senza scopo di lucro, mira a promuovere le pratiche di produzione biologica, sia in agricoltura che in zootecnia, come in ambito forestale e più in generale con riguardo alla gestione del paesaggio. Oltre a ciò, tende a sostenere e promuovere il biologico affinché divenga un principio ispiratore per un modello di sviluppo sostenibile dell’intera area euganea.

tehocacao

cioccolatini theocacao

Domenica 27 novembre, a Este si gusta e si degusta, ingresso libero. Ma torniamo a Silvana. Che alla fine del nostro direttivo, ospitato nelle sale del MuVi, ci ha fatto assaggiare alcune eccellenti tavolette di cioccolato preparate nei laboratori di Theocacao, la cioccolateria che ha aperto ad Este, in provincia di Padova. “La cioccolateria è un’arte che matura giorno dopo giorno e nel corso degli anni aiuta a guardare la vita con maggiore dolcezza“, ha raccontato emozionata Silvana, desiderosa di far percepire, nell’assaggio delle sue creazioni, l’accuratezza con cui sceglie le migliori qualità di cacao disponibili nel mercato, Trinitario e soprattutto Criollo, l’attenta lavorazione manuale e la cura meticolosa che profonde nelle ricette usate per creare piccoli capolavori, che hanno già trovato estimatori in diverse città d’Italia (a Venezia potete trovare i suoi prodotti al Florian). Nel salutarci, Silvana ha lanciato un dolce invito, aperto a tutti: domenica 27 novembre dalle 16 alle 19 aprirà le porte della sua cioccolateria estense (via De Antoni 19) per una degustazione gratuita di cioccolato e vino (Ca’Lustra), maggiori info tel. 331 6514444 oppure info@theocacao.it.

 

24 giugno 2016, l’enogastronomia protagonista dell’incontro Argav-Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco (PD)

lets-write-something-writing-4545938-1024-768Venerdì 24 giugno 2016, alle ore 19, nel circolo Wigwam Arzerello di Piove di Sacco (PD), si svolgerà l’ultimo incontro di informazione di fine mese ARGAV-Wigwam prima della pausa estiva.  Per l’occasione, saranno ospiti: Giuseppe Radaelli, presidente della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria di Agripolis, ed il professor Edi Defrancesco dell’Università di Padova che presenteranno il Master Degree “Italian Food and Wine”; i giornalisti Paolo Cacciari e Renato Malaman presenteranno i loro ultimi libri, rispettivamente “101 piccole rivoluzioni. Storie di economia solidale e buone pratiche dal basso” e la guida “Padova nel piatto, viaggio in 100 locali della città e provincia per il turista a km zero“, a cui hanno collaborato anche due soci Argav, i giornalisti Marina Meneguzzi e Maurizio Drago. Sarà ospite anche il gruppo musicale “I Quarto Profilo“, che presenteranno il loro ultimo disco “Semplice“. A moderare l’incontro sarà il presidente Argav Fabrizio Stelluto, mentre il giornalista-chef Efrem Tassinato, presidente del circuito Wigwam, in collaborazione con i viticoltori soci del Consorzio Tutela Vini Euganei e i casari soci del Consorzio di Tutela Asiago Dop, presenterà il progetto di gemellaggio tra formaggio e vini “The Asiago cubic cheese and the wine of Euganei Hills”.