• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Insetti come fonte nutrizionale alternativa sostenibile per l’allevamento degli avicoli, se ne parla ai seminari Cipat/Cia oggi pomeriggio nel Veneziano e lunedì 19 marzo a Padova

Gli insetti sono spesso considerati una fastidiosa seccatura per gli esseri umani e semplici parassiti delle colture e degli animali, mentre in realtà forniscono cibo a basso costo ambientale, contribuiscono positivamente ai mezzi di sussistenza e giocano un ruolo fondamentale in natura. L’allevamento di insetti come alimento e mangime rimane, però, un settore allo stato embrionale in Italia, mentre la sua crescita farebbe emergere probabilmente nuove importanti sfide. A questo riguardo, CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) organizza oggi, martedì 13 marzo, alle ore 16 a Zelarino (VE) nel Centro Pastorale Cardinale G. Urbani (via Visinoni 4/c) e lunedì 19 marzo a Padova (in via della Croce Rossa 112) alle ore 20.30 il seminario di informazione “Insetti: fonti proteiche sostenibili, si possono allevare? Si possono mangiare?

Obiettivo. Negli incontri verrà illustrato il progetto “Insect Feed Chick” fonte nutrizionale alternativa sostenibile per l’allevamento degli avicoli, ammesso a finanziamento PSR per il Misura 16.1.1 – Innovation Brokering. Il progetto, attraverso la valorizzazione e l’utilizzo degli insetti per la nutrizione di avicoli, sia derivanti dagli scarti di altri processi produttivi che prodotti ex novo da scarti vegetali aziendali, punta a: ridurre i costi di produzione grazie alla sostituzione parziale nei mangimi di elementi nutritivi derivanti da materie prime più costose; favorire una maggior salubrità del prodotto (avicolo) sia in termini di miglioramento delle performance produttive che dello stato di salute, soprattutto negli stadi giovanili; dare l’avvio e favorire, in un’ottica di lungo periodo e di grande scala, la diversificazione aziendale attraverso la produzione di insetti come fonti nutritive alternative. Per maggiori informazioni: Cipat Veneto, tel. 041.929167, info@cipatveneto.it
CIA Padova, tel. 049.8070011, info@ciapadova.it

Fonte: Cipat Veneto