Il socio Argav Efrem Tassinato eletto nel Consiglio Nazionale della stampa italiana. E domani sera, nel suo circolo Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco (Pd), la conviviale mensile Argav, ospiti d’eccezione gli amici di Segusino (TV), ma si parlerà anche del decennale del Consorzio del radicchio di Chioggia Igp, della Riviera del Brenta vista in barca e a piedi, di economia circolare in Veneto e di “Omani, bestie, tere e canali”.

Efrem Tassinato

In un clima di denuncia e allarme rispetto alla crisi che colpisce il mondo del giornalismo italiano alle prese con la rivoluzione tecnologica degli algoritmi e con la proliferazione del sistema delle fake news, si è concluso lo scorso 15 febbraio a Levico Terme (TN) il XXVIII Congresso della FNSI. Molti i segnali che possono essere letti come di fattiva volontà di riscossa, tra questi, di una certa rilevanza e quasi a sorpresa – accanto alla riconferma del presidente Beppe Giulietti e del segretario generale Raffaele Lorusso – dell’elezione del padovano Efrem Tassinato, socio Argav, nel nuovo Consiglio nazionale della FNSI.

Anfitrione di Argav nel circolo Wigwam. L’elezione di Tassinato, in quanto rappresentante apicale di Unaga, l’Unione dei Giornalisti Agroalimentari e Ambientali italiani che raggruppa le Arga regionali – gruppo di specializzazione della FNSI ne è la conferma. Inoltre, questa elezione porta nella stanza dei bottoni della stampa italiana il fondatore di Rete Wigwam, una tra le primissime associazioni ecologiste italiane e mondiali (1972), oggi senza dubbio tra le migliori interpreti della promozione degli obietti per lo sviluppo sostenibile per il Terzo Millennio e dei dettami della lettera Enciclica di Papa Francesco “Laudato Sì”.

Al collega Efrem Tassinato vanno le congratulazioni del direttivo e dei soci Argav insieme all’agurio di buon lavoro.

Domani sera al circolo di campagna Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco, la conviviale Argav, moderata dal presidente Fabrizio Stelluto. Ospiti d’eccezione dell’incontro, che avrà inizio verso le 19, gli amici di Segusino (TV), Denis Coppe, presidente Pro Loco e Carlo Stramare, presidente dell’Associazione Amici del Presepio Artistico di Segusino, accompagnati per l’occasione dal sindaco Gloria Paulon, per parlare anche delle bontà enogastromiche della località. Ci saranno anche Enrico Cancino, direttore di Veneto Green Cluster, per illustrare l’impegno delle aziende venete nell’economia circolare, il socio Giuseppe Boscolo Palo, presidente del Consorzio di tutela Radicchio di Chioggia Igp, per celebrare il decennale dell’organizzazione, il socio Pietro Casetta, giornalista e geografo, per presentare il suo libro “La Riviera del Brenta in barca e in bici” e Livio Pezzato, poeta e narratore, per presentare la sua opera “Omani e bestie, Tere e Canali“.

 

Il socio Argav Efrem Tassinato eletto delegato tra i giornalisti collaboratori che rappresenteranno il Veneto al XXVIII Congresso Fnsi, che si terrà a Levico Terme (TN) a febbraio 2019

Alle elezioni del 21 e il 22 ottobre scorsi indette dal Sindacato Giornalisti del Veneto per l’elezione dei giornalisti delegati che rappresenteranno il Veneto al XXVIII Congresso della Federazione nazionale della stampa (FNSI), in calendario dal 12 al 14 febbraio 2019 a Levico Terme (Tn), è stato eletto tra i colleghi collaboratori il socio Argav Efrem Tassinato.

Ad Efrem vanno le congratulazioni per l’elezione a delegato da parte del direttivo e dei soci Argav.

 

Due prodotti veneti di piccole comunità locali al Parlamento Europeo per dimostrare il valore, anche economico, della sostenibilità

Il 26 settembre 2018 a Bruxelles, al convegno sullo sviluppo sostenibile e lo stato di attuazione dei 17 obbiettivi per il Terzo Millennio, il padovano Efrem Tassinato, socio Argav e tesoriere Unaga, nonché presidente Wigwam, ha portato, presentato e fatto degustare due prodotti simbolo di economie virtuose delle comunità locali di Colli Euganei e Saccisica, nel Padovano.

Sostenibilità, già in atto ma va incoraggiata e diffusa.  Giornalista-chef e profondo conoscitore delle produzioni tipiche locali, Efrem Tassinato non è nuovo a queste sortite per dimostrare, in specie ai più autorevoli livelli, dove si fanno le politiche per la governance e lo sviluppo, che abbracciare il paradigma della sostenibilità non solo è possibile ma è già in atto e ne va senz’altro incoraggiata la pratica e la diffusione a tutti i livelli.

Olio evo e burci. Al convegno, organizzato dal parlamentare europeo Marco Zullo, la cinquantina di rappresentanti del mondo delle imprese e delle politiche economiche e per l’ambiente, sono quindi illustrati e fatti degustare l’olio extravergine di oliva Bio e Dop prodotto nel territorio del Parco regionale dei Colli Euganei (Azienda Agricola Brecà di Cinto Euganeo) simbolo di un territorio salvato dalla distruzione delle cave e dei cementifici ed oggi luogo di produzioni di altissima qualità e i Burci altrimenti conosciuti come Dolcetti di Pontelongo (Consorzio I Buoni Convivi di Piove di Sacco), che nascono dalla presenza storica dello zuccherificio, uno dei due superstiti in Italia dopo il taglio europeo delle quote zucchero, senz’altro il più antico (1908): a dimostrare che anche un prodotto industriale come questo, derivato dalla lavorazione della barbabietola, può essere molto di più che una semplice ed anonima commodity bensì, anche promotore di attrattiva turistica e stimolatore per nuove attività economiche in un territorio come la Saccisica.

Fonte: Servizio stampa rete Wigwam

Fumetti protagonisti stasera all’incontro Argav organizzato ad Arzerello a Piove di Sacco (PD) nel circolo di campagna Wigwam, il cui presidente, Efrem Tassinato, è fresco d’incontro con Papa Francesco

foto di repertorio, in piedi, Fabrizio Stelluto presidente Argav

Stasera, venerdì 27 luglio, dalle ore 19, si terrà un “extrabonus” dei conviviali appuntamenti mensili organizzati da Argav nel circolo di campagna Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco (PD). Giove pluvio permettendo, all’aperto sull’aia si avvicenderanno Francesco Lucianetti, disegnatore e Brunello Gentile, redattore dei testi, per presentare la nuova opera a fumetti “10 mila anni nel Delta del Po”; il giornalista Lino Segantin, direttore “Ventaglio Novanta” (Turismo e Cultura Editore), per presentare il nuovo numero della rivista; il giornalista Paolo Donà per presentare un’anteprima sulla storia a fumetti dei 100 anni dalla Grande Guerra a Padova; Ferruccio Ruzzante, curatore del campionato internazionale “Chef in punta di dita”, per presentare l’edizione 2018 e le novità introdotte; Luisella Fogo, operatrice culturale per presentare il progetto “La casa degli Estensi”; Davide Peron, cantautore, per presentare il suo recente CD “Inattesi”.

Un sodalizio, il nostro, basato sul comune intento di uno sviluppo equo, solidale e sostenibile. Nostro anfitrione sarà, come di consueto, Efrem Tassinato, fondatore nonché presidente della rete Wigwam, giornalista chef, socio Argav e tesoriere Unaga, che il 6 luglio scorso, in occasione della Conferenza Internazionale per il 3^ anniversario dell’Enciclica Laudato Sì sulla Cura della Casa Comune, ha portato – a nome di tutte le comunità dei Wigwam – il saluto a Papa Francesco. A simbolico dono dell’ultra quarantennale impegno per lo sviluppo equo, solidale e sostenibile della rete Wigwam, Efrem Tassinato ga consegnato al Pontefice il video dei progetti di interconnessione tra le Comunità Locali “La Via di Karol“.

La salvaguardia dell’ambiente unisce e ottimizza le diversità. “Con la Laudato Sì, Francesco ha reso la visione Wigwam sull’ambiente meno aliena. Quando viene compromessa l’Ecologia Sociale delle Comunità Locali, ovvero il vincolo di sussidiarietà ed aiuto reciproco che normalmente si stabilisce tra gruppi di persone che condividono valori e territori, il primo a subire danni è l’ambiente, che è, tra tutti, il più essenziale dei beni comuni. In questa dimensione di ecologia integrale, l’ambiente rappresenta il comune denominatore che, per antonomasia, unisce ed ottimizza le diversità per conseguire il più grande dei risultati: quello che molto banalmente si esplica nel darsi reciprocamente una mano per vivere tutti meglio in un mondo non inquinato e devastato dalla bruttezza!”, ha commentato Tassinato a ricordo dell’incontro con Papa Francesco.

 

 

Il socio Efrem Tassinato firma il menù del Galà del Festival in Slovacchia dedicato all’Italia

da sx Peter Chudík, presidente della regione di Presov, Efrem Tassinato e Jozef Švagerko, sindaco di Poprad

Viva Italia, importante evento di promozione del made in Italy in Slovacchia, ha avuto quest’anno la firma del socio Argav e tesoriere Unaga Efrem Tassinato, che ha cucinato pietanze venete per il menù del Galà conclusivo, che si è tenuto a Poprad, città della regione di Presov, la più orientale della Slovacchia, lo scorso 30 giugno 2018, alla presenza, tra gli altri, del sindaco Jozef Svagerko e del presidente regionale Peter Chudík.

Un piatto molto apprezzato servito da Efrem Tassinato al Galà del Festival Viva Italia in Slovacchia: gnocchi di patate trevigiane con crema diaAsparago bianco di Cimadolmo IGP

Connessioni tra comunità locali. La regione di Presov e la regione del Veneto sono connesse da La Via di Karol, l‘Itinerario europeo dei Piccoli Santuari che ha origine dai luoghi natali di Papa San Giovanni Paolo II, al secolo Karol Wojtyla, e raggiunge Roma. Questo è stato anche il tema dell’edizione 2018 del Festival: ovvero promuovere la connessione e l’interscambio tra le comunità locali delle regioni dei paesi interessati. Non un mero percorso all’insegna del turismo religioso, peraltro dai numeri potenzialmente davvero grandi, ma anche l’occasione di scoperta dei territori, dei loro prodotti tipici, della loro offerta ricettiva e di ristorazione a base di piatti della tradizione. “Un’importante leva di marketing per uno sviluppo delle Comunità Locali in chiave solidale e sostenibile” ha commentato Tassinato, giornalista chef e presidente di Rete Wigwam, cui fa capo lo sviluppo del progetto di questa via delle fede.

Da sx Zuzana Sisakovà, chef del ristorante Vino & Tapas di Poprad, che ha ospitato e aiutato in cucina Efrem Tassinato. Zuzana èl’unica chef donna tra i 20 migliori chef della Slovacchia, nella classifica degli ultimi due anni, della rivista Top Trend di Poprad.

Buon rapporto qualità-prezzo. “Oltre a qualificati produttori di specialità enogastronomiche, i Paesi interessati da La Via di Karol dispongono di strutture di tutto rispetto, dove pellegrini e viandanti potranno ristorarsi, all’insegna del mangiare tipico e sostenibile, della buona tavola, della tradizione culinaria e a prezzi più che alla portata di ogni tasca”, ha  commentato Fabio Bortolini, presidente di Pre Mesto Poprad, la pro loco che ha organizzato il Festival.

Fonte: servizio comunicazione Wigwam



		

	

Unaga, rinnovate le cariche: Roberto Zalambani (Arga Emilia Romagna) succede alla presidenza al veneto Mimmo Vita, uscente per due mandati. Confermati in giunta due consiglieri veneti, il padovano Efrem Tassinato ed il rodigino Donato Sinigaglia.

Parte del gruppo Argav a Roma per il congresso nazionale Unaga: da sx Donato Sinigaglia, riconfermato consigliere Unaga, Fabrizio Stelluto, presidente Argav, Efrem Tassinato, riconfermato tesoriere Unaga, Renzo Michieletto, consigliere Argav, Marina Meneguzzi, vicepresidente Argav, Maurizio Drago, consigliere Argav, Mimmo Vita, presidente uscente Unaga.

I colleghi giornalisti Argav, Efrem Tassinato e Donato Sinigaglia sono stati confermati nella Giunta nazionale di Unaga nei loro ruoli, rispettivamente di tesoriere e consigliere. La nomina è avvenuta in conclusione del Congresso nazionale di Unaga (Unione Nazionale delle Arga, gruppi di specializzazione dei gioirnalisti di agricoltura, alimentazione e ambiente) svoltosi a Roma lo scorso 6 aprile nella sede della Fnsi (Federazione Nazionale della Stampa Italiana), di cui Unaga è gruppo di specializzazione.

Efrem Tassinato, giornalista pubblicista, direttore responsabile di Wigwam News, periodico della Rete Wigwam  (organizzazione di protezione ambientale a valenza nazionale riconosciuta con Decreto ministeriale), è autore di libri e guide nonché di rubriche di enogastronomia e di turismo verde su testate specializzate nazionali. E’ esperto di processi e progettualità per lo sviluppo sostenibile delle Comunità Locali dove i temi dell’agricoltura, dell’alimentazione e della gestione degli ecosistemi rappresentano l’aspetto cruciale.

Donato Sinigaglia, rodigino, giornalista professionista, caporedattore. Per oltre trent’anni responsabile dell’edizione di Rovigo de Il Gazzettino. Ha sempre unito l’amore e la passione per le vicende legate alla cronaca quotidiana con l’amore per la sua terra promuovendone, in tutte le sedi, le bellezze naturali e valorizzandone le eccellenze agroalimentari. E’ autore di numerose guide gastronomiche tra cui “Guida ai prodotti di nicchia del Polesine”, “Guida alla cucina di tradizione del Polesine”, “Nord Est a Tavola”. Attualmente cura le pagine del gusto sul quotidiano La Voce di Rovigo.

da sx Mimmo Vita, past presidente Unaga, Roberto Zalambani (Arga Emilia Romagna), neo presidente Unaga

Il nuovo direttivo Unaga. I due giornalisti veneti andranno ad affiancare nel lavoro di giunta 2018-2023 il nuovo presidente Unaga, Roberto Zalambani (Arga Emilia Romagna, già segretario nazionale Unaga), che succede al consigliere Argav Mimmo Vita, in uscita al termine di due mandati. Alla vicepresidenza sono stati nominati Geppina Landolfo (Arga Campania) e Donato Fioriti (Argalam, Lazio-Abruzzo-Molise). Il neo consiglio nazionale Unaga è composto, oltreché dal presidente, dai due vicepresidenti e dai due consiglieri veneti, da Ugo Iezzi (Argalam), Giampaolo Girelli (Arga Fvg), nominato anche segretario nazionale, Giacomo Cavuta (Argalam), Cristina Persia (Argalam), Manuela Lacaria (Arga Calabria), Carmelo Vazzana (Arga Calabria), Giampaolo Necco (Arga Campania), Pinuccio Pomo (Arga Puglia), Andrea Guolo (Arga Emilia Romagna), Nino Di Cara (Arga Sicilia). Nominati anche i revisori dei conti, Fabrizio Mandorlini (Arga Toscana), Maurizio Orrù (Arga Sardegna) e Roberto Ambrogi (Argalam).

Unaga funge da coordinamento e indirizzo delle Arga nei diversi livelli istituzionali ove se ne formulano ed attuano le politiche: dai Ministeri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, fino alle Associazioni professionali e della cooperazione agroalimentare; sul piano internazionale con l’Unione Europea e la Fao. Rappresenta inoltre il punto di interconnessione con la stampa specializzata europea e mondiale essendo parte di Enaj (European Network Agricultural Journalists) e di Ifaj (International Federation Agricultural Journalists).

 

 

25 maggio 2017, a Baone (PD) si parla di Biosfera e Biodistretto Colli Euganei, un’area dedicata alla salute preventiva e alla qualità della vita

“Biosfera Colli Euganei – Tra Biodistretto e MAB: un’area dedicata alla salute preventiva e alla qualità della vita” è il tema dell’incontro organizzato giovedì 25 maggio 2017 alle ore 18.45 da Wigwam Local Community Colli Euganei all’azienda agricola Le Volpi di Baone (PD). Sarà un incontro-workshop che si propone di mettere intorno ad un tavolo quanti si son resi proattivi sul tema dello sviluppo sostenibile e gli attori che tale processo possono aiutare. Un punto di partenza affinché il processo trovi sempre di più l’adeguato supporto delle istituzioni locali, regionali e nazionali.

Interventi. A dare il benvenuto sarà Luigi Rossi Luciani, anfitrione dell’incontro, ed il sindaco di Baone Luciano Zampieri. Seguiranno gli interventi di Efrem Tassinato, presidente della Rete Wigwam, che parlerà della propria associazione di protezione ambientale oggi estesa a 21 Paesi nel mondo e di come lui stesso abbia iniziato negli anni ’70 la lotta per la difesa dall’attività estrattiva del comprensorio euganeo; Franco Zanovello, presidente della Strada dei Vini Colli Euganei, illustrerà lo stato dell’arte verso il Biodistretto e il MAB (Man and Biosphere di UNESCO), argomento che sarà poi ripreso con una valenza più legata agli aspetti delle produzioni agricole di qualità da Emanuele Calaon, presidente del Consorzio Tutela Vini Colli Euganei DOC e dell’Associazione del Biodistretto. La visione strategica della progettualità per un nuovo concetto di sviluppo economico ma improntato alla sostenibilità, sarà invece il contributo atteso da Fernando Zilio, presidente Camera di Commercio Padova, che dirà delle opportunità insite al progetto camerale denominato Padova4.0 che dispone di notevoli risorse da investire nella ripartenza e consolidamento dell’assetto produttivo padovano. Alberto Negro, direttore generale di Veneto Agricoltura, offrirà una panoramica di quanto già sta facendo e si propone di fare l’Agenzia Veneta per l’innovazione regionale in questo connubio tra agricoltura e natura. Attese le conferme di Enrico Specchio, commissario straordinario Ente Parco Regionale dei Colli Euganei e di Luciano Zanaica, presidente BCC Banca dei Colli Euganei. Confermata la partecipazione di numerosi sindaci, rappresentanti di categorie economiche del territorio, Operatori delle Comunità Locali Wigwam del Veneto.

Lungo i sentieri dei Colli Euganei. Con l’occasione sarà anche presentato un esempio di integrazione di “sentieri più offerta ricettiva” a cura di Mauro Gambin, direttore della Rivista Con i piedi per terra. Modererà, il giornalista Ferdinando Garavello, de Il Gazzettino di Padova. Al termine della conferenza-tavola rotonda alcune fattorie e attività di ristorazione dei Colli Euganei offriranno una degustazione di vini e prodotti tipici. Info e richieste di accreditamento: direzione@wigwam.it   +39 333 3938555.

Fonte: Direzione Rete Wigwam