• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Scomparsa del collega Orazio Cappellari, il ricordo del vice presidente vicario Argav Gabriele Cappato

Orazio Cappellari

(di Gabriele Cappato, vice presidente vicario) Abbiamo accompagnato Orazio Cappellari in un ultimo tratto, nell’abbraccio d’amicizia e di riconoscenza. Il nostro mondo professionale legato, in particolare, alla agricoltura lo ha avuto come riferimento per innumerevoli stagioni e a esempio per generazioni intere.

Formatosi alla facoltà di agraria della Università di Padova e, in particolare, alla scuola di agronomia del Prof. Lucio Toniolo, Cappellari dimostrò in tutta la sua militanza professionale doti spiccate di competenza e di erudizione nel campo complessivo dell’agricoltura. La sua vasta pubblicistica ne è a conferma: la sua costante presenza in varie testate nelle quali con assoluta puntualità dava aggiornata ogni realtà colturale, legata – è questo era uno dei suoi pregi migliori – alle tradizioni e agli usi oltre agli altri fattori caratteristici di luogo e di tempo.

Il suo modo di fare giornalismo, per chi lo ha seguito, lo ha letto, ha potuto far capire, nel tempo, come la sua elaborazione linguistica e tecnica sia a tutt’oggi l’esatta declinazione dei canoni professionali che il giornalismo moderno pretende nel definire un giornalista specializzato. L’agricoltura veneta e in specie quella polesana ne ha tratto grande giovamento e il suo attaccamento all’Argav, di cui è stato uno dei fondatori, ha consentito a un gran numero di colleghi di raffinare sensibilità e senso di appartenenza verso un mondo, quello agricolo, che non finirà mai di insegnare la vita. E Orazio ne fu un maestro.

Il socio Argav Gabriele Cappato confermato per il triennio 2010-2013 Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti

Gabriele Cappato

Nell’ambito delle elezioni per il rinnovo delle cariche dell’Ordine dei Giornalisti, che si sono svolte nei turni elettorali di domenica 23 e 30 maggio scorso, il socio Argav Gabriele Cappato, Consigliere Nazionale dell’Odg uscente,  è stato rieletto con 127 voti tra i rappresentanti pubblicisti del Veneto al Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

A Gabriele vanno le congratulazioni del Direttivo e dei soci Argav.

50 e 30 anni di giornalismo: premiati 4 soci Argav

da sx Maurizio Drago, Gabriele Cappato, Lino Segantin, Gianluca Amadori

Placido Manoli

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto Gianluca Amadori ha conferito la medaglia d’oro per i 50 anni d’iscrizione all’Ordine come professionista a Placido Manoli,  presidente onorario Argav e la medaglia d’argento per i trent’anni di attività giornalistica ai soci Argav Gabriele Cappato,  Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Maurizio Drago e Lino Segantin. La premiazione è avvenuta nel corso di una folta assemblea di colleghi giornalisti che si è tenuta a Venezia,  nella Sede regionale dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto il 26 marzo scorso.

A Placido, Gabriele, Maurizio e Lino vanno i complimenti di tutti i soci Argav!

Argav: Fabrizio Stelluto nuovo Presidente, a Carlo Alberto Delaini il premio annuale

Fabrizio Stelluto - Presidente Argav

Legnaro (Pd) . Fabrizio Stelluto, 54 anni, Responsabile Ufficio Comunicazione A.N.B.I. (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni), nonché Direttore Responsabile di Asterisco Informazioni e Teleregione (gruppo 7 Gold Telepadova), è stato eletto per acclamazione Presidente di A.R.G.A.V. (Associazione Regionale Giornalisti Agricoltura, Alimentazione, Ambiente, Territorio, Foreste, Pesca, Energie Rinnovabili) di Veneto e Trentino Alto Adige.

Il congresso  A.R.G.A.V. si è tenuto il 12 dicembre 2009 a Legnaro, ad Agripolis, sede dell’Università di Padova, a testimonianza di una rinnovata volontà di collaborazione, sancita anche dal saluto del Preside della Facoltà di Agraria, Giancarlo Dalla Fontana.;  Stelluto, già Vicepresidente, subentra a Mimmo Vita, nominato presidente di U.N.A.G.A., l’associazione nazionale di categoria, gruppo di specializzazione all’interno della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (F.N.S.I.), di cui Paolo Francesconi ha portato il saluto all’assemblea veneta.

All’unanimità è stato eletto anche il nuovo Consiglio Direttivo; ne fanno parte: Umberto Tiozzo e Pietro Bertanza (Vicepresidenti), Mirka Schweiger (Segretario), Giovanni Boschetti, Nadia Donato, Daniele Pajar, Cinzia Dal Brolo, Michela Bozzato, Renzo Michieletto, Marina Meneguzzi, Emanuele Cenghiaro. Membri di diritto, perché ricoprenti incarichi nazionali, sono Mimmo Vita, Efrem Tassinato, Donato Sinigaglia, Gabriele Cappato; invitati permanenti: Placido Manoli, Sandra Chiarato, Andrea Saviane, Alfonso Garampelli.

“Il nuovo mandato – ha affermato Stelluto – dovrà prioritariamente verificare a chi realmente interessa avere un’ “informazione informata”, creando i presupposti per una costante opera di formazione ad iniziare da un sito Internet, che diventi punto di riferimento per l’intera categoria giornalistica. Non so se vinceremo la scommessa – ha concluso Stelluto – ma almeno ci avremo provato!”

I lavori dell’Assemblea sono stati introdotti da un talk-show sul provocatorio tema “MaiDireMais. Prezzi su, agricoltura giù: fino a quando?”, cui hanno partecipato Guidalberto di Canossa, Presidente Confagricoltura Veneto; Giorgio Piazza, Presidente Coldiretti Veneto; Pasquale Compagnin, C.I.A. Veneto; Luca Rossetto, Università Padova; Renzo Rossetto, Veneto Agricoltura.

Carlo Alberto Delaini, capo Ufficio Stampa Ente Fiera Verona

In occasione del 6° Congresso A.R.G.A.V., è stato anche consegnato l’annuale premio destinato a un giornalista che valorizzi, con la propria attività, i settori di riferimento dell’Associazione. La scelta 2009 è caduta su Carlo Alberto Delaini, Capo Ufficio Stampa dell’Ente Fiera di Verona. “Con questo riconoscimento- è stato affermato – non solo si vuole attestare la professionalità e l’impegno di un collega, ma si vuole testimoniare attenzione verso una realtà espositiva, che ha saputo divenire un polo di interesse internazionale, promuovendo il settore primario anche con molte iniziative all’estero.”