• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

Gal Patavino, nuovi bandi per oltre 1 milione di euro di contributi

Turismo Sostenibile Tarvisiano

Il GAL Patavino ha aperto i termini per la presentazione delle domande di aiuto – il 22 marzo 2022 scadono i termini di invio – per i seguenti tipi di intervento:

Bando 3.2.1 Informazione e promozione sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari, rivolto a Consorzi di tutela delle denominazioni di origine protetta (DOP), delle indicazioni geografiche protette (IGP) dei prodotti agricoli e alimentari; b) consorzi di tutela delle DOP e IGP dei vini.Contributi a fondo perduto per: azioni d’informazione e promozione riguardanti i prodotti agricoli che rientrano tra i regimi di qualità. Percentuale del contributo: 70% per azioni di informazione e di promozione. Minimo e massimo investimento: 10.000- 35.000 euro. Chi ottiene il contributo partecipa allo sviluppo locale del territorio: aumenta il valore aggiunto delle produzioni e sviluppa le filiere corte locali.

Bando 6.4.2 Creazione e Sviluppo di Attività extra-agricole nelle aree rurali, rivolto a microimprese e piccole imprese; persone fisiche. Contributi a fondo perduto per: creare e sviluppare attività extra agricole (artigianali, turistiche, commercio, di servizio…) a favore dello sviluppo locale nelle zone rurali. Percentuale del contributo: dal 35 al 40%. Minimo e massimo investimento: 15.000 – 80.000 euro. Chi ottiene il contributo partecipa allo sviluppo locale del territorio: Avviando o sviluppando attività imprenditoriali, l’area rurale diventa più attrattiva e competitiva, e accogliente per la comunità locale.

Bando 7.5.1 Infrastrutture e informazione per lo sviluppo del turismo sostenibile  nelle aree rurali rivolto agli Enti locali territoriali e all’Ente Parco Regionale dei Colli Euganei per la valorizzazione, la riqualificazione e la messa in sicurezza di “infrastrutture su piccola scala” costituite da percorsi e itinerari esistenti, comprese le infrastrutture adiacenti ossia complementari. Il bando rinnova il sostegno ai progetti degli Enti che si aggregano per promuovere lo sviluppo del turismo sostenibile nell’area del GAL Patavino. Percentuale del contributo: 100% Minimo e massimo investimento: 140.000 – 200.000 euro

Bando 7.6.1 “Recupero e riqualificazione del patrimonio architettonico dei villaggi e del paesaggio rurale”rivolto agli Enti Locali per investimenti di carattere edilizio volti al recupero e riqualificazione di strutture e infrastrutture costituite da immobili ed elementi tipici dell’architettura e del paesaggio rurale. Percentuale del contributo: 100% Minimo e massimo investimento: 25.000 -150.000 euro. I testi integrali dei bandi possono essere scaricati alla sezione Bandi e finanziamenti – Bandi Pubblici. Per informazioni contattare il GAL Patavino: Tel.+39 0429.784872; email: servizio.tecnico@galpatavino.it; pec: galpatavino@pec.it

Fonte: Gal Patavino

Mobilità lenta, contributi del Gal Patavino a favore delle principali piste cicloturistiche della Bassa Padovana

Il GAL Patavino assegna 1.000.000 di euro di contributi all’area rurale della Provincia di Padova, a supporto della mobilità lenta del territorio.

Gli interventi. I contributi sosterranno la realizzazione di 5 interventi sulle principali piste cicloturistiche del territorio che va dai Colli Euganei alla Bassa Padovana, grazie ad altrettante aggregazioni di comuni. Per l’Anello dei Colli: i comuni di Monselice (capofila) Battaglia Terme e Montegrotto Terme investiranno in un tratto lungo la sponda destra del Canale Bisatto; mentre i comuni di Este (capofila), Baone, Cinto Euganeo, Lozzo Atestino, Rovolon, Vò, Teolo e Torreglia risolveranno criticità sul tratto di competenza. Per l’anello delle Città Murate: i comuni di Montagnana (capofila) Carceri, Megliadino San Vitale, Merlara, Piacenza d’Adige, Urbana e Vighizzolo d’Este si sono coordinati per migliorare l’accessibilità del tratto; mentre la Provincia di Padova collabora con i Comuni di Este, Ospedaletto, e Borgo Veneto per risolvere criticità sulla sommità arginale del fiume Frassine e mettendo in sicurezza il tratto. Per l’itinerario “Dai Colli all’Adige” i Comuni di Pernumia (Capofila), S. Pietro Viminario, Tribano, Pozzonovo, Bagnoli di Sopra, Anguillara Veneta hanno promosso un progetto sul canale Bisatto per il congiungimento dell’itinerario con l’Anello dei Colli Euganei.

I progetti finanziati dal GAL rientrano nella realizzazione del Programma di Sviluppo Rurale finanziato dal Fondo Europeo FEASR, sostenuto anche da Regione Veneto e Stato italiano. Il presidente del GAL Federico Miotto “in un momento così difficile per il settore turistico, gli interventi finanziati dal GAL Patavino rappresentano uno stimolo alla ripresa e allo sviluppo”. Il presidente della Provincia di Padova, Fabio Bui: “Il GAL contribuisce alla realizzazione di interventi complementari a quelli della Provincia, in una logica di coordinamento che è determinante per ottimizzare le risorse”.

A fine maggio un altro nuovo bando. Sempre destinato alla mobilità lenta, realizzato in collaborazione con la Provincia di Padova, riserva agli enti quasi 620.000 euro di contributi per potenziare le piste cicloturistiche del territorio, e continuare a sostenerne il rilancio.

Fonte: Servizio stampa Gal Patavino

Tra fine agosto e settembre 2019, itinerari slow a partecipazione gratuita alla scoperta di ambienti naturali e dell’anima agricola della Bassa Padovana

A fine agosto e a settembre 2019, numerosi appuntamenti di turismo sostenibile nelle aree rurali proposti dal GAL Patavino a partecipazione gratuita, su prenotazione. Le iniziative sono finanziate dal PSR per il Veneto 2014-2020 e sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Giovedì 29 agosto ore 19, alla scoperta del “Museo dell’acqua a cielo aperto”. Un itinerario a tappe nel comune di Battaglia Terme, situato alle pendici orientali dei Colli Euganei e alla confluenza di tre corsi d’acqua, per scoprire la storia, le tradizioni e i monumenti più importanti di questo centro celebre per la sua antica attività molinatoria, per la produzione cartaria e importante snodo per il trasporto delle merci. Battaglia Terme sorge sulle sponde di un canale artificiale scavato in epoca medievale per collegare Padova a Monselice e per questo fin dall’antichità si trasformò in poco tempo da piccolo villaggio a ricca cittadina gremita di attività commerciali e artigianali. Nel cuore del paese si trova il Museo della Navigazione Fluviale, un museo davvero unico nel suo genere, che racconta la storia dei cosiddetti “barcari”, marinai esperti nella navigazione fluviale che, con le loro barche, trasportavano i masegni (blocchi di trachite) e le granaglie provenienti dall’area euganea verso i porti veneziani e lagunari. Prenotazioni e ulteriori informazioni a questo link

Settembre in bici. Gli appuntamenti della domenica del ciclo “Bike and Wildseguiranno i passi del Ruzzante a partire da Conselve per tuffarsi nel verde della campagna a sud-est di Padova (1 settembre) e attraverseranno i luoghi dei Da Carrara percorrendo gli argini delle antiche vie d’acqua (8 settembre). Il 15 settembre, si esplora l’anima agricola del territorio di Merlara accompagnati dal racconto di Mauro Gambin, storico e appassionato locale, che ci farà conoscere le testimonianze di fede popolare, l’architettura campestre e la vocazione enologica di questi luoghi. Il 22 settembre si andrà sul versante occidentale dei Colli Euganei, da Este a Lozzo Atesino passando per Vo’, in un itinerario dove natura e storia si fondono insieme in un paesaggio unico.Con il ciclo “Passaggi rurali” si parte, invece, venerdì 6 settembre con una passeggiata immersa nel verde del Monte Grande, tra boschi di castagno, roverella, orniello e i caratteristici affioramenti di roccia trachite. Sabato 7 settembre è proposta una gita all’area del Biotopo di San Daniele a Torreglia per ammirarne le rare piante igrofile e le moltissime specie animali. Sabato 14 settembre l’appuntamento è a Rovolon per un’escursione sul secondo monte più alto dei Colli Euganei, lungo l’antica via che portava al Santuario della Madonna del Monte. Venerdì 20 settembre ci si immergerà nelle storie di briganti e nelle leggende dei Colli Euganei con un’escursione al tramonto tra i boschi del Monte Cinto. Infine sabato 28 si visiterò il Museo contadino ospitato nella bellissima Barchessa di Villa Estense, con una guida d’eccezione: Resio Veronese.

Fonte: Newsletter Gal Patavino

 

Possibilità occupazionale al Gal Patavino, scadenza del bando 7 novembre 2018

ambito territoriale Gal patavino

Il GAL Patavino pubblica un concorso per selezionare figure idonee a svolgere l’attività di servizio tecnico, redigendo una graduatoria utile per l’eventuale sostituzione del personale in organico.

La figura selezionata dovrà svolgere attività inerenti a: predisposizione bandi e atti amministrativi relativi alle singole operazioni del PSL; gestione monitoraggio procedurale, fisico, finanziario e rendicontativo di tutti gli interventi relativi all’implementazione del PSL; attività di supporto nella corretta diffusione delle informazioni correlate alle opportunità del PSL organizzando e partecipando agli incontri sul territorio; avviare i procedimenti amministrativi per l’acquisizione di beni e servizi ex D.Lgs 50/2016 e s.m.i.

La selezione avverrà sulla base dei titoli, dei curricula professionali e delle capacità dei candidati, che saranno valutate da un’apposita commissione.
La scadenza del bando per la selezione dei candidati è il 07 novembre 2018 ore 12.00. Per ulteriori informazioni consultare il sito del GAL Patavino www.galpatavino.it; eventuali quesiti possono essere inviati a: galpatavino@pec.it

Bassa padovana, nuovi bandi in arrivo per imprese agricole, reti d’impresa, attività artigianali, turismo e servizi. Domande entro il 20 febbraio 2018, a gennaio prossimo gli incontri informativi.

Il GAL Patavino ha pubblicato tre bandi che riservano quasi 1 milione di euro per progetti strategici dedicati all’innovazione, alla diversificazione delle imprese agricole e all’imprenditorialità in generale. C’è tempo fino al 20 febbraio per fare domanda di contributo. A gennaio sarà possibile partecipare agli incontri informativi, realizzati in collaborazione con Avepa Padova.

Bando 6.4.1, Sviluppo della diversificazione delle imprese agricole. Gli imprenditori agricoli possono chiedere un contributo a fondo perduto pari al 40% della spesa ammissibile (35% nel caso di attrezzature) per investimenti che diversifichino la loro attività. Qualche esempio: la creazione e lo sviluppo di pratiche di agricoltura sociale, fattoria didattica e ospitalità agrituristica; la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli; servizi ambientali per la cura e manutenzione di spazi non agricoli.

Bando 6.4.2, Sviluppo di attività extra-agricole. Le microimprese e le piccole imprese (persone fisiche e società) non operanti nel settore agricolo possono chiedere un contributo a fondo perduto pari al 40% (35% nel caso di attrezzature). Gli investimenti per cui chiedere il sostegno devono riferirsi alla creazione o allo sviluppo di attività artigianali, turistiche e di servizio. Non tutte le imprese sono ammissibili: solo quelle che presentano un codice ATECO tra quelli elencati nel bando.

Bando 16.2.1, Progetti pilota e sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie. Un gruppo di soggetti (imprese agricole, pubblici e privati) in cooperazione tra loro possono richiedere un contributo a fondo perduto al 100%. Il sostegno è riservato alla realizzazione di progetti pilota, progetti dimostrativi, e progetti che favoriscano lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie
nel settore agricolo, agroalimentare e forestale.

Informazioni. I bandi sono disponibili sul sito web www.galpatavino.it ma possono essere richiesti anche all’indirizzo mail info@galpatavino.it. A partire dall’8 gennaio 2018, gli uffici del GAL a Monselice (Pd) sono a disposizione per ulteriori info al telefono 0429/784872 (lun-ven 8.30-13.00, 14.30-18.00).

Fonte: Servizio Stampa Gal Patavino