• Informativa per i lettori

    Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Policy nel menu
  • Post più letti

  • Archivio articoli

  • Annunci

Governo Conte, all’Agricoltura Gian Marco Centinaio, all’Ambiente Sergio Costa

Lo scorso 4 giugno si sono insediati i neo Ministri delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e dell’Ambiente, della tutela del Territorio e del Mare del Governo Conte, rispettivamente Gian Marco Centinaio (Pavia, 1971) e Sergio Costa (Napoli, 1959).

Centinaio. “Il primo impegno è la difesa del made in Italy agroalimentare, sia contro le contraffazioni e l’italian sounding che in Europa. Faremo sentire la nostra voce e lavoreremo in sinergia con le associazioni di categoria, difendendo il lavoro e il reddito dei nostri agricoltori, allevatori e di quanti ogni giorno si impegnano per portare in alto il nome dell’Italia in questo comparto”, ha affermato il Ministro Centinaio.

Costa. “Guardare alla Terra dei Fuochi con un’ulteriore attenzione sarà sicuramente uno dei miei primi atti, ma non solo. Proprio quello dell’Ambiente, a breve sarà il primo ministero “plastic free” (liberato dalle plastiche). Ora che inizia l’estate e si va in spiaggia o in montagna, invito ogni italiano, ogni persona che si trova nel nostro bellissimo Paese, a raccogliere un rifiuto di plastica che qualche scellerato ha gettato, lo metta nella differenziata e ripuliamo il mondo assieme. Proviamoci fino in fondo, perché 60 milioni di italiani sono 60 milioni di rifiuti di plastica in meno”, ha affermato il ministro dell’Ambiente.

Annunci