Premiata “la cultura del fosso” – sempre meno osservata – al corso di educazione ambientale Wigwam patrocinato da Argav

I bambini premiati. Al centro, Efrem Tassinato

Giovedì 6 giugno scorso, alla scuola primaria Guglielmo Marconi di Vallonga di Arzergrande (Pd), sono stati premiati i giovanissimi studenti partecipanti al percorso di educazione ambientale di Rete Wigwam su “La Cultura del Fosso“. Il progetto, realizzato in collaborazione con il Comune di Arzergrande e il patrocinio di Argav, ha premiato con attestato di “Prima classificata” Sofia Buggio e di “Secondo classificato” Davide Gabbatore,  entrambi alunni della 5^ Classe.

I bambini a “lezione”

Corretta manutenzione dei fossi. Intervenuti per l’occasione, Luca Giuseppe Bianchi coordinatore nazionale del progetto Bimbi Botanici e che insieme ad Irene Xodo ha sviluppato il progetto, Efrem Tassinato presidente di Wigwam Clubs Italia e, in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Arzergrande, la vicesindaco Teresina Ranzato. Benché da solo non sufficiente, il progetto di educazione ambientale cerca di contribuire a sensibilizzare verso il problema della generale caduta di attenzione sulla corretta manutenzione dei fossi privati.

Il fosso, con tutte le sue componenti, rappresenta una dimensione da recuperare in campagna. Le motivazioni primarie sono la migliore regolazione idraulica, ma anche ambientali per il mantenimento della biodiversità sia vegetale che animale. Non di meno importante è l’aspetto economico perché un bel paesaggio, fatto di coltivazioni inframmezzate da boschetti e corsi d’acqua rappresenta di per sé una attrattiva turistica e perché i pesci e gli anfibi di fosso, con l’impoverimento del patrimonio ittico marino, possono tornare a rappresentare una buona fonte di reddito. Oltretutto, la cucina tradizionale contadina ci ha tramandato svariate e saporite ricette come il risotto di pesce gatto e le rane fritte. Oggi, con la desertificazione dei fossati provocata dalla triturazione indiscriminata di qualunque cosa, compresi rifiuti di ogni genere e persino delle stesse paline stradali in plastica coi rifrangenti, oramai sono praticamente introvabili.

Fonte: servizio stampa Wigwam

Stasera al Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco (Pd) la conviviale Argav. Tra gli argomenti trattati: energia sostenibile, emergenza rifiuti industriali in Veneto, inquinamento nel Vicentino, animalismo e moda per cani sostenibile

da sx Paolo Pizzolato, Fabrizio Stelluto, Paolo Perin,

Stasera, venerdì 31 maggio, alla “conviviale” di aggiornamento Argav in programma dalle ore 19 al circolo di campagna Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco (PD) e moderata dal presidente Fabrizio Stelluto, saranno ospiti: Pierantonio Belcaro, presidente Associazione NordEstSudOvest, per presentare la “Settimana Europea dell’Energia Sostenibile”, Antonio Casotto, presidente Veneto Cluster, per aggiornare sull’emergenza rifiuti industriali nel Veneto, l’avvocato Giorgio Destro, per informare su un nuovo grave caso di inquinamento del territorio vicentino (a Rosà), Monica Gazzola, avvocato e Roberto Tassan, formatore, per presentare il loro libro ”Oltre l’antropocentrismo. Contributo ad un logos sull’animalismo” e Piera Gabrieli, stilista, per presentare la sua linea moda per cani realizzata con stoffe ed altri materiali riciclati e/o ecologici. Un assaggio di prodotti tipici delle Comunità Locali, offerta e preparata da Efrem Tassinato, nostro anfitrione, concluderà la serata.

21 maggio 2019, al teatro comunale di Belluno si premia la miglior foto del concorso “Il dolore della nostra Terra” promosso da Wigwam e dal liceo statale Renier. Nella giuria tecnica, anche il presidente Argav Fabrizio Stelluto.

Contribuiamo a salvare il pianeta ma con un atto concreto, magari piccolo, ma tangibile!” Questo è il senso dell’iniziativa di Wigwam, rete associativa non profit per lo sviluppo equo, solidale e sostenibile delle Comunità Locali e del liceo statale G. Renier, lanciata un paio di mesi fa e che si concluderà con la premiazione delle migliori istantanee su “Il dolore della nostra Terra”, al teatro comunale di Belluno il 21 maggio 2019.

Un percorso di “coscientizzazione ecologica”. Un concorso fotografico, nato da un’idea messa a punto con gli studenti delle classi 2CL e 2AES ed esteso poi a tutti gli indirizzi dell’Istituto che rappresenta il maggior polo scolastico del bellunese. Esso, giunge al termine di un percorso di coscientizzazione ecologica, realizzato da Rete Wigwam, insieme ad ACLI di Belluno e Regione Veneto, cui poi è stato innestato il progetto nazionale di educazione ambientale promosso da Ministero dell’Ambiente e MIUR. Il concorso fotografico ha impegnato i giovani come esploratori del loro territorio individuandone e fissandone con immagini i punti di sofferenza. Uno stimolo affinché, inizino a prendere coscienza sulla necessità che ognuno faccia la propria parte per la salvaguardia degli equilibri ecologici di cui l’umanità intera è parte.

I soggetti degli scatti riguardano gli aspetti di degrado ambientale (abbandono di rifiuti; inquinamento di terra, acqua, aria; edilizia che rovina il paesaggio, ecc.) nel territorio della provincia di Belluno. Le immagini finaliste, sono visionabili nel profilo Instagram “Wigwam_save_the_planet”. Le prime tre classificate, saranno premiate domani, martedì 21 maggio, nell’ambito dell’evento di fine anno scolastico “Talento Renier”. La classificazione è stata determinata dal numero di like totalizzati dalle immagini sul profilo social, cui si è aggiunto il punteggio di una giuria tecnica, formata da Efrem Tassinato, presidente nazionale di Wigwam, da Marina Iarabek e Doriana Castellaz, componenti dello staff di direzione del Liceo Renier, da Ilario Tancon, presidente dell’Associazione Stampa Bellunese e da Fabrizio Stelluto presidente di ARGAV, l’Associazione regionale dei giornalisti agroalimentari ed ambientali del Veneto e Trentino Alto Adige.

Fonte: Servizio stampa Rete Wigwam

A.A.A. Cercansi animatori estivi in grado di gestire e progettare attività di educazione ambientale (e musica corale) al Wigwam di Arzerello di Piove di Sacco (PD)

Rete Wigwam ha aperto la selezione per animatori da impiegare nel Grest estivo 2019 ad Arzerello di Piove di Sacco (Pd), dove c’è la sede centrale dell’associazione. Qui si sperimentano e mettono a punto i nuovi modelli di educazione ambientale e di socializzazione per bimbi tra tre e undici anni, che poi saranno proposti nelle scuole e nei comuni di tutte le comunità locali che formano la rete nazionale.

L’attività di animazione di base, organizzata dall’Associazione Sipuòfare!, occuperà le quattro settimane di luglio, la prima e l’ultima di agosto e si concluderà con la prima di settembre. Inoltre, potrà avere un seguito nella gestione dei progetti educativi che saranno attivati, nel corso del biennio 2019-2020. Le figure che saranno selezionate – studenti del quarto o quinto anno di scuola superiore di secondo grado, universitari o neo diplomati o neo laureati – dovranno dimostrare propensione per il ruolo da svolgere e competenze, sia pure minimali, nella progettazione e gestione di attività di educazione ambientale e di musica corale. Tale attività prevede il riconoscimento di un compenso. I candidati dovranno inviare il proprio curriculum in formato standard europeo, entro il 14 aprile 2019 a direzione@wigwam.it

Fonte: servizio stampa Rete Wigwam

Agroalimentare di qualità e sostenibilità edile ed ambientale al centro della visita odierna dei soci Argav nel Padovano e dell’incontro serale al Wigwam di Arzerello di Piove di Sacco (PD)

Oggi, venerdì 29 marzo 2019, nel primo pomeriggio, i soci Argav faranno una visita di aggiornamento professionale a due realtà aziendali del Padovano: dapprima Merryday, innovativo format che coniuga ristorazione di qualità e spesa tradizionale con consegna a domicilio, in seguito Manens-Tifs, azienda leader mondiale nel campo dell’ingegneria e della sostenibilità edilizia. Il ritrovo dei soci è previso alle ore 13:30 in via dell’Industria 62/3, sede di Merryday, cui seguirà la presentazione aziendale, visita al magazzino e focus sulla spesa on-line, visita alla cucina e focus sulla gastronomia a domicilio. Verso le 15:30, i soci si trasferiranno in corso Stati Uniti 56, nella vicina sede di Manens-Tifs, dove visiteremo la sede, costruita secondo i principi della sostenibilità energetica e conosceremo alcune delle loro realizzazioni – in Arabia Saudita stanno realizzando “cittadelle della sanità” sostenibili ed hanno operato anche su edifici storici, come la Basilica Palladiana a Vicenza -.

Di sera, al Wigwam. La tradizionale conviviale mensile nel circolo di campagna ad Arzerello di Piove di Sacco (PD) avrà inizio verso le 19. Moderato dal presidente Argav Fabrizio Stelluto, l’incontro vedrà ospiti: Laura Teruzzi, responsabile pubbliche relazioni Pasticceria Giotto del carcere di Padova per presentare il nuovo prodotto dolciario “Veneziana al grano franto”, Gianmaria Riva e Franco Menazza, rispettivamente presidente e direttore Unione Generale Coltivatori Venezia, per parlare delle prospettive della coltivazione del melograno, Diego Florian, direttore “FSC” per parlare di gestione sostenibile delle foreste, Giorgio Gobbo, cantautore folk per presentare il suo primo CD da solista “Nettare dell’estate”, Elisa Cappellari, psicologa, per un report sulle esperienze di cultura ambientale dell’iniziativa “La cultura del fosso”, Davide Gionco e Maurizio Torti, rispettivamente segretario generale e direttore responsabile della testata “Sovranità popolare”, per presentare questo nuovo movimento per il perseguimento del bene comune ambientale nelle comunità locali e Paolo Barbiero, titolare frantoio Valnogaredo per fare il punto sull’olivicoltura dei Colli Euganei (PD).

13 marzo 2019, il direttivo Argav si riunisce al circolo Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco (PD)

Questa sera, mercoledì 13 marzo 2019, alle ore 18:30 il direttivo Argav si riunirà nel circolo di campagna Wigwam ad Arzerello di Piove di Sacco (PD) con il seguente ordine del giorno: approvazione verbale di febbraio 2019, comunicazioni del Presidente, comunicazioni della Segretaria, domande iscrizione nuovi soci, programmazione prossime attività 2019, varie ed eventuali.

 

Ambiente. Giovedì 14 marzo 2019 esplorazione nella laguna di Venezia dedicata al cambiamento climatico e alle misure di adattamento, partecipazione gratuita sino ad esaurimento posti

La Comunità Locale Wigwam della Città di Venezia e la Consulta Lagunare del Polo Nautico di S. Giuliano organizzano giovedì 14 marzo 2019 la prima esplorazione lagunare dedicata al cambiamento climatico e alle misure di adattamento. Si tratta di un’iniziativa aperta alla cittadinanza e con accettazione di adesioni fino a raggiungimento della capienza e che si comporrà di una parte “navigante”, di una di conferenza e di un convivio. Il tema generale sarà quindi: la laguna di Venezia è attrezzata per il cambiamento climatico? Cosa è stato fatto e cosa manca in termini di capacità di adattamento? 

Wigwam-Venice Resilience lab rappresenta il focus della comunità veneziana che promuove lo sviluppo solidale sostenibile offrendo occasioni per agire insieme, prima possibile con quello che c’è, e provare il piacere della collaborazione, a cittadini, istituzioni sociali, ambientali ed economiche, visitatori, professori, ricercatori, studenti, artisti, artigiani, e professionisti.

Il programma in generale prevede alle 13:30 l’imbarco alle Zattere Gesuati, per la gita navigante offerta dagli studenti dell’Università di Reims, cui farà seguito alle 19:00 a San Giuliano al Buffet “Ciò che Ciò”, offerto da Wigwam e dalla Consulta Lagunare. Richieste di adesione: ceccogio@gmail.com o con sms 335-1379177. Dalle 14:00 alle 17:30 escursione con motonave in laguna di Venezia e visita al MOSE con 34 studenti dell’Università di Reims. Il gruppo di studenti sarà accompagnato da: Jon Marco Church, Associate Professor (currently visiting fellow at the IUAV University of Venice), University of Reims Champagne-Ardenne IATEUR – BP 30 – 57 rue Pierre Taittinger – 51571 Reims Cedex, France www.univ-reims.fr

Tema della giornata: “Pathways of Adaptation to Climate Change”. Come è tradizione, in queste occasioni, oltre alla visita e alle spiegazioni per gli studenti,  si svolgerà un workshop a bordo con inviti a veneziani e veneti come occasione di incontro e confronto sui problemi della gestione sostenibile e solidale della laguna. In particolare, si parlerà della gestione del Mose in caso di crescita del livello del mare: limiti operativi, adattabilità e opportunità per la salvaguardia ambientale. Saranno presentati alcuni risultati modellistici delle possibili chiusure per livelli del mare crescenti ed alcuni potenziali utilizzi delle barriere mobili per la gestione ambientale della laguna (ricambio forzato delle acque in occasione di crisi anossiche, gestione di dispersioni di inquinanti, gestione della risospensione e perdita in mare dei sedimenti). Per lo sviluppo di questi temi saranno anche invitati il Provveditorato e il Consorzio Venezia Nuova affinché vi sia un contributo di valutazioni, cui seguirà un dibattito con domande e risposte. La visita al MOSE e il workshop sugli effetti del cambiamento climatico in laguna e sulla gestione delle barriere mobili si svolgeranno nelle lingue inglese e italiano.

Il programma nel dettaglio. Ore 14:00  – imbarco ai Gesuati Zattere e presentazione del Bacino di San Marco e del concetto di co-evoluzione di laguna e società/acqua e terra. Learning and Building with Nature: il ripristino delle strutture naturali biostabilizzanti. Ore 14:30 – visita in Arsenale alla controll room delle barriere mobili in arsenale ed al jack-up il mezzo di manutenzione delle paratoie. Ore 15:30 – trasferimento in bocca di Lido. Le trasformazioni storiche della bocca lagunare per consentire la navigazione: dalle garzine ai moli foranei, al Mose. Ore 16:00 – partenza per Lazzaretto Nuovo, Murano, Arsenale, Zattere. Provveditorato: Stato di attuazione del Mose. Con illustrazione ad opera dell’ing. Giovanni Cecconi degli effetti del cambiamento climatico in generale in Laguna e sulla gestione del Mose. Ore 17:00 – discussione e conclusioni della giornata. Ore 17:30 – sbarco alle Zattere. Dalle ore 19 alle ore 23, al polo nautico di San Giuliano (presiede e controlla i tempi un giornalista di WigwamNews o de Il Gazzettino). Ore 19:00 – Giovanni Cecconi – Linkman della Wigwam Local Community Città di Venezia e Direttore di Venice Resilience Lab | Lo stato di interramento della laguna media e i problemi associati alla navigazione in Laguna. ORE 19:30 –Roberto Mel– L’uso dei modelli matematici nella comprensione dei processi lagunari e nella progettazione delle soluzioni (in attesa di conferma). Ore 20:00 – Alessandro Sartori – Habitat e avifauna in laguna di Venezia, come riconoscerla? (in attesa di conferma). Ore 20:30 – Discussione conviviale. Ore 23:00 – Termine del workshop.

A questo evento faranno seguito nel corso del 2019 di altre 10 giornate dedicate ai problemi lagunari e ai metodi “win-win” per risolverli, normalmente collocate in ogni secondo o terzo venerdì del mese.

Fonte: servizio stampa Wigwam